Il diritto di non essere campioni