«Il primo amore non si scorda mai»: dal ciclismo all’hockey, la nuova vita Filippo Pozzato

0

E’ proprio vero che il primo amore non si scorda mai! Lo sa bene anche il campionissimo delle due ruote Filippo Pozzato, sandricense di nascita e bassanese d’adozione che, appesa la bicicletta al chiodo (dopo una Milano Sanremo, un titolo tricolore, due tappe al Tour e una al Giro) ha scelto di tornare alla sua prima passione: quella per l’hockey pista, sport che “Pippo” ha iniziato a praticare fin dall’età di 4 anni.

Così, dopo un po’ di mesi passati ad allenarsi con gli Amatori Bassano e vista la decisione di quest’ultimi di affrontare le insidie di un campionato vero, quello della serie B, Pozzato, a 37 anni, ha debuttato proprio nella terza serie nazionale vestendo i colori giallorossi contro il Valdagno.

Un debutto con sconfitta, ma poco conta. Ciò che conta, davvero, come più volte ribadito anche nel pre-partita da mister Nunes è giocare per divertirsi, anche se ammette Pozzato «per uno che ha sempre corso per vincere, è dura pensare solo al divertimento».

Mister Nunes, comunque, ha concesso al suo “nuovo acquisto” una consistente quantità di minuti di pista. Fosse anche perchè al PalaBassano, domenica, era presente mezza stampa nazionale per assistere al debutto di Filippo Pozzato sulle 8 ruote. E questa botta di notorietà, male certo non può fare ad una disciplina, l’hockey pista appunto, che negli ultimi anni ne ha persa parecchia.

Le emozioni, la rivalità con la sua Sandrigo e tutto l’amore per l’hockey di Pippo Pozzato, nell’intervista che abbiamo raccolto pochi minuti prima del suo debutto