Progetto Dragons Volley: 4 società unite per rilanciare il volley maschile

0

La pallavolo maschile del bassanese si rilancia per rinverdire i fasti, in termini numerici e di qualità, di un recente passato in cui questo territorio è stato uno dei più interessanti e fecondi del Veneto. Nasce così, dall’incontro di cinque sodalizi, il progetto Dragons Volley, una sinergia che mette insieme l’esperienza e il blasone del Bassano Volley, all’entusiasmo e alle idee di altre quattro società ambiziose e ormai da tempo radicate nei rispettivi ambiti territoriali, che rispondono ai nomi di New Volley Cartigliano, Polisportiva Santa Croce, Polisportiva Solagna Pove. 

In attesa della giornata di presentazione ufficiale del progetto, che avverrà presumibilmente ai primi di settembre alla presenza delle autorità cittadine di tutti i comuni coinvolti, martedì 21 agosto alle 18.30 si parte a conferma del fatto che il campo conterà più di mille proclami. Con i campionati giovanili della nuova stagione ormai alle porte, hanno giustamente fretta di cominciare gli ideatori del progetto e così Dragons Volley vedrà di fatto la luce in una calda giornata d’estate al PalaDue di Bassano del Grappa. Sarà un’occasione per contarsi e confrontarsi dal momento che sono convocati, oltre ai vari allenatori e dirigenti, tutti i ragazzi tesserati nei cinque sodalizi in età compresa tra under 12 e under 16.

L’obiettivo del progetto Dragons Volley, ideato e messo in moto tra maggio e luglio di quest’anno, è quello di riorganizzare e potenziare la pallavolo maschile del bassanese per riportare in alto una disciplina che senza dubbio a livello nazionale e non solo locale sta pagando dazio in termini di numeri rispetto ai fasti degli ’90 e 2000. In particolare i cinque sodalizi cercheranno, anche entrando anche nelle scuole, di dare continuità ai settori giovanili riuscendo attraverso l’unione delle forze ad iscrivere sempre e comunque almeno una squadra per categoria. La volontà inoltre è quella di creare delle squadre d’elite, cioè assemblate con i migliori atleti in circolazione, che possano competere a livello provinciale e regionale, ma d’altra parte si vogliono creare tenere in vita altre squadre che consentano a tutti di giocare evitando la dispersione di giocatori e il fenomeno dell’abbandono precoce legato alla mancanza di spazi. Il progetto promette di dare nuovo lustro alla pallavolo maschile del territorio bassanese, un obiettivo tanto ambizioso quanto affascinante.