Bassano Virtus: la lettera dei tifosi alla famiglia Rosso

0

Giovedì 28 maggio. Ancora una settimana e si conoscerà il destino del Vicenza, cui mai come oggi è legato il futuro dei colori giallorossi. Fino a quella data, in via Piave, nessuno è disposto a parlare. Tutto ciò che trapela sono solo indiscrezioni, ma a prendere sempre più piede, in queste ore, sarebbe l’ipotesi di un Vicenza, club di riferimento in serie C, e un Bassano trasformato in realtà satellite in categoria inferiore, magari in quella serie D, oggi conquistata dal Cartigliano, alla quale, sempre voci non ufficiali, vorrebbero interessati i soci di Mister Diesel meno attirati dai colori biancorossi. Per quanto concerne le giovanili, invece, rimarrebbero entrambi i vivai, con quello virtussino bacino di talenti per le formazioni del Lane. Staremo a vedere. Intanto, quel che è certo, è che i tifosi sono al lavoro per far sentire la loro voce alla proprietà. Così, dopo l’incontro di ieri sera con il sindaco Poletto e l’assessore allo sport Oscar Mazzocchin, Fedelissimi e Gruppo Grappa (che in queste ore ha aperto anche la sua pagina Facebook) stanno studiando le loro mosse. A nome di tutta la tifoseria “giovani e meno giovani”, Gianatonio Bertoncello oggi ha inviato una richiesta ufficiale d’incontro con la proprietà. “Per tanti anni di impegno e collaborazione con voi – si legge nella missiva – siamo a chiedervi un incontro per un sincero e amichevole confronto”. Nella lettera i sostenitori  ringraziano Renzo e Stefano Rosso per i 22 anni di impegno della famiglia per il Bassano Virtus ma chiedono di conoscere quale futuro li riserva. Per ora nessun appuntamento è stato fissato. L’obiettivo più volte dichiarato dai tifosi è difendere la propria dignità e i propri colori, fosse anche ripartire dal Mercante dalla terza categoria.