15 minuti di blackout e Bassano subisce la sconfitta a Salò

0

Non basta un primo tempo quasi perfetto ai giallorossi per espugnare il campo della Faralpisalò. Al “Turina” vince  finisce 2-1. In vantaggio al 35′ con Proia i virtussini prima salvano il risultano con Grandi che para un rigore di Guerra poi pagano 15 minuti di blackout all’inizio del secondo tempo: Feralpi rimonta al 56′ e al 59′ con Dettori e Legati.

La cronaca. La prima azione è giallorossa: al 6′ triangolazione tra Minesso e Laurenti con quest’ultimo che prova la conclusione in area, palla di poco oltre la traversa. Al 13′ Lungo lancio per Diop che colpisce anticipando l’uscita di Caglioni, palla di poco a lato. Un minuto dopo conclusione di Guerra dal limite, palla oltre la traversa. Ancora Diop al 18′ che con un  rasoterra da posizione angolata, spazza Marchi anticipando Caglioni e un minuto dopo sul cross di Proia, svetta Bianchi ma si supera Caglioni deviando la conclusione. Il Bassano continua a fare il gioco: al 26′ Lancio di Grandi, cavalcata di Diop con Dettori che devia la sua conclusione in area e meno di un minuto dopo su corner di Minesso, la conclusione di Diop viene respinta dal palo. I giallorossi continuano a spingere e al 35′ arriva la rete del momentaneo vantaggio: Laurenti serve Minesso che con un filtrante trova Proia che realizza con freddezza il suo sesto gol in campionato. La reazione della Feralpi arriva con Emerson  nei secondi finali del primo tempo.

Al ritorno in campo, però, la musica cambia e al 49′ arriva già la grande occasione per i padroni di casa che ottengono un rigore per  fallo di Bizzotto su Voltan. Grandi però torna a vestire i panni del “pararigori” e salva il risultato.  Colella cambia le carte in gioco:  entra Tronco al posto di Laurenti. Il pari arriva al 56′ : Guerra serve l’accorrente Dettori che trova la rete del pareggio. Nemmeno tre minuti e la Feralpi raddoppia: schema su punizione con palla che arriva a Legati che si gira e spara sotto l’incrocio una conclusione imprendibile Feralpisalò-Bassano Virtus 2-1. Il tecnico giallorosso spariglia: entrano Zonta, Razzitti e Stevanin al posto di Bianchi, Diop e Karkalis .  Il Bassano torna a farsi pericoloso prima con Fabbro e poi con Razziti. Ma non basta. Finisce 2-1 e il Bassano resta ancora secco.