Welcome back Richard! Bassano non dimentica!

0

Once Upon a Time… C’era una volta una squadra di rugby l’uscita della Valsugana, un gruppo che non aveva istinto criminale dei Padri fondatori del Rugby Bassano (ma che hanno dato con orgoglio giocatori alla nazionale),ragazzi cresciuti a pasta, birra e rugby, una combinazione vincente di Senatori navigati e di giovani leve forgiate da quell’icona del rugby che è Nello Francescato.

C’era una volta un ragazzino neozelandese che come tutti i suoi compatrioti ha l’istinto del viaggiatore, quel misto di Zingaro e aplomb inglese che l’ha portato nel cuore della Vecchia Europa: Il Bassano neopromosso in serie B incontra e vede per la prima volta cos’è dal vivo il Rugby neozelandese: Richard Carroll è un giocatore venuto da un altro mondo “colui che aveva il dono di passare attraverso i corpi” e lascia tutti estasiati. Conclusa la sua esperienza con il rugby Bassano Richard torna in patria ma quando ti sei spalmato addosso il fango del campo del Bassano e respirato l’aria del Monte Grappa la nostalgia ti coglie e dopo vent’anni hai voglia di rivedere i vecchi amici e allora Capitan Baio (perché Capitano ci nasci e ci resti per tutta la vita) insieme un altro Grande capitano del Bassano, Vittorio, al rientro di Richard non organizzano una cena ma fanno una convocazione e tutta la squadra di risponde.

Ci siamo ritrovati con tutto l’entusiasmo di allora (anche se con una struttura fisica ben diversa, Mister Baratella avrebbe opzioni solo per la mischia) ma lo spirito è ancora quello e soprattutto la voglia di stare insieme.
Grazie Richard…see you soon!