A Pordenone, il Bassano fa 1-1 e porta a casa il decimo punto nelle ultime 4 gare!

0

Finisce 1-1 il match di oggi pomeriggio tra Pordenone e Bassano.

Partono bene i giallorossi che trovano il vantaggio con una gran conclusione a giro di Diop al 29′. Poco dopo è di Formiconi il pareggio, con l’ex giocatore giallorosso che raccoglie di testa un calcio di punizione. Nel secondo tempo il Bassano Virtus continua all’attacco e potrebbe chiudere la sfida con Minesso e Fabbro che non trovano però lo specchio della porta.

Buon punto per i giallorossi che allungano la striscia positiva con 10 punti nelle ultime 4 gare, e si preparano ora alla sfida di sabato prossimo quando al Mercante, a partire dalle 16.30, scenderanno in campo contro i pari categoria del Sudtirol!

Giovanni Colella: “Nel primo tempo siamo andati un po’ in difficoltà nell’accorciare sopratttutto su Burrai, poi nel secondo tempo abbiamo cambiato modulo e le cose sono cambiate. Abbiamo messo in campo una discreta prestazione che ci ha permesso di allungare la striscia positiva. Siamo ancora convalescenti, nel primo tempo siamo stati più timidi e contratti, a volte siamo anche eccessivamente umili e modesti, siamo una buona squadra e dobbiamo mettere fuori di più la testa, alzando la cresta. Però sono sicuro che la continuità nelle prestazioni ci aiuterà ad aumentare l’autostima. La sostituzione di Diop? Gli si era annebbiata la vista di un occhio e non sapendo cosa avesse avuto, l’ho tolto per precauzione, altrimenti non l’avrei sostituito. Il Pordenone? E’ una buona squadra che gioca un buon calcio, ha una buona gamba, sta solamente attraversando un momento in cui magari sta facendo più fatica a concretizzare”.

Abou Diop: “Purtroppo dopo una pallonata in faccia, mi si era annebbiata la vista, ora sto bene, rimane solo un po’ di mal di testa. Il mio gol? Il difensore mi ha lasciato un po’ di spazio, ho provato la conclusione a giro ed è andata bene. Bel gol? Spero di farne altri ancora più belli. Forse meritavamo qualcosa in più per le occasioni avute, ma loro sono una squadra forte, quindi ci teniamo stretti questo punto”.

Stefano Salvi: “Venivamo da una gara contro il Santarcangelo dove avevamo creato diverse occasioni e segnato 3 gol. Oggi abbiamo creato meno, ma dobbiamo essere più bravi nel chiudere le partite quando abbiamo le opportunità per farlo. Nel secondo tempo con Minesso e Fabbro avremmo potuto portare a casa i tre punti. Siamo partiti un po’ contratti poi nel secondo tempo abbiamo alzato il baricentro. Il periodo negativo che abbiamo vissuto tra novembre e dicembre ci ha penalizzato, ora stiamo recuperando a livello di intensità, siamo sulla buona strada ma abbiamo ancora ampi margini di miglioramento. Il miglior Bassano non si è ancora visto”.