Bassano k.o. anche a Gubbio.  Minuti contati per Magi?

0

L’avevamo definita l’ultima spiaggia e a Gubbio, invece di attraccare e mettersi in salvo, il Bassano Virtus è affondato negli abissi, infilando l’ennesima sconfitta di una stagione finora assolutamente deludente. Altro che spiaggia, dunque, a Gubbio mister Magi e i suoi sono finiti piuttosto nelle fauci del famoso lupo di San Francesco. E sono bastati appena 3 minuti agli umbri per azzannare i virtussini: azione personale di Casiraghi  che con un sombrero da manuale si prende gioco di Barison prima di calciare e colpire l’incrocio dei pali. Sulla ribattuta il più veloce è Ciccone che supera Grandi per  l’1-0.

Sotto di una rete, le reazioni dei giallorossi sono risultate fin troppo flebili per ribaltare il risultato mentre il Gubbio in più occasioni, nella ripresa,  ha sfiorato il raddoppio con Ciccone e Casiraghi. Nervosismo alle stelle e tensioni solo in panca, da dove, all’87’ è stato allonatato per proteste il vice di Magi, Luca Pierotti. Bassanesi vicinissimi al pareggio allo scadere con Minesso che calcia a lato da posizione favorevole.

Finisce 1-0, dunque, al “Barbetti” e difficile non pensare che sul terreno di Gubbio non finisca anche l’avventura in giallorosso di Mister Magi. Forse ancora una volta, come accaduto per la sfilza di tecnici che l’hanno preceduto sulla panchina di casa Diesel, la colpa di questa nuova debacle non va imputata a lui. Ma, si sa, è più facile cambiare un uomo che cacciarne una ventina. Quel che è certo è serve una scossa. Perché 5 sconfitte nelle ultime 6 partite sono imperdonabili.  E tra una settimana c’è il derby con il Vicenza, altra grande delusa di stagione.