Sconfitta con onore per un Brunopremi.com in crescita

0
Il Martignacco si impone 0-3 al PalaLungobrenta, ma le leonesse giocano tutt’altra partita rispetto all’esordio di 8 giorni fa mostrando buone cose: si guarda avanti con fiducia
Brunopremi.com Bassano – Itas Città Fiera Martignacco 0-3 (18-25,  19-25, 19-25)
Brunopremi.com Bassano: Rizzo 8, Monaco 4, Arboit, Martinelli (K) 6, Gazzola, Peruzzi,  Guerra, Micheletti 2, Tellaroli 18, Bardin, Muraro, Vianello (L), Quarto (L). All. Martinez
Itas Città Fiera Martignacco: Pozzoni 6, Frison 1, Beltrame , Chiodo 1, Cibin 7, Caravello (K) 12, Molinaro 13, Gennari, Fedrigo 8, Presello 2, Martinuzzo, De Nardi (L), Pecali (L). All. Gazzotti
Note. Bassano: battute errate/vincenti /4, muri 2, errori 26. Martignacco: battute errate/vincenti 6/6, muri6, errori 19. Arbitri: Simone Natale da Mestre e Claudio Boscolo da Chioggia

C’era grande curiosità tra i tifosi bassanesi accorsi al PalaLungobrenta di Cartigliano per l’esordio casalingo del Brunopremi.com Bassano: dopo la rivoluzione estiva erano in tanti a non aver ancora visto all’opera la nuova creatura di Martinez sin qui impegnata solamente nel campionato provinciale under 18 e nella lontana trasferta della settimana scorsa in quel di Ospitaletto. E’ finita con il successo dell’Itas Martignacco che ha vinto con merito una partita controllata senza affanni dall’inizio alla fine. Ma se le friulane hanno vinto nettamente, le leonesse non certo rimaste a guardare mostrandosi decisamente in crescita rispetto al match della settimana scorsa: pur non avendo mai superato quota 20 nei tre parziali, capitan Martinelli e compagne hanno giocato un’ottima partita alternando cose buone a cose meno buone, ma dando comunque l’impressione di essere una formazione che ben presto, lavorando sodo in palestra, potrà cominciare a dire la sua nel difficile campionato di serie B1.

Mister Martinez parte con Micheletti in cabina di regia e Tellaroli in contromano, con Gazzola e capitan Martinelli al centro, con la  coppia Muraro-Rizzo in banda e con Vianello a guidare la seconda linea. Nel 1° set il Bassano comincia bene ma qualche errore di troppo e la buona precisione in attacco delle attaccanti friulane penalizza le leonesse che finiscono sotto 4-8 e 6-11, punteggio su cui Martinez decide di chiamare il primo time out a sua disposizione. Al rientro in campo capitan Martinelli e compagne rientrano in partita portandosi sull’10-11 grazie ad un ace di Micheletti e a due buoni attacchi di Tellaroli (foto), senza dubbio la più incisiva in attacco tra le giallorosse (saranno 18 punti per lei a fine match). La buona reazione delle padrone di casa è però vanificata dal Martignacco che nella fase centrale del set allunga ancora (12-19) con una serie di pallette che creano scompiglio sul campo bassanese. Nel finale entrano per il “doppio cambio” Guerra e Muraro, ma l’Itas non si scompone chiudendo il parziale sul 18-25 con un ace.
A formazioni invariate nel 2° set è il braccio pesante della solita Tellaroli a finalizzare l’ottimo gioco di squadra delle ragazze di Martinez: il 9-6 arriva su un bel diagonale di Rizzo che chiude, tra gli applausi del PalaLungobrenta, un’azione interminabile con Vianello e Muraro brave a difendere tutto. E’ senza dubbio un altro Brunopremi.com quello che possono apprezzare i numerosi tifosi giallorossi e se ne accorge anche mister Gazzotti che è costretto a cambiare regista inserendo Chiodo per Martinuzzo. Le friulane si giovano del cambio trovando la parità a quota 10 e poi il sorpasso con mister Martinez che deve chiamare tempo due volte (sul 10 pari e sul 12-15), giocandosi poi  ancora una volta la carta del “doppio cambio” con Guerra e Muraro. La giovane schiacciatrice scuola Orgiano lascia il segno con due buoni attacchi, ma il Martignacco scappa via nel finale fino al 19-25 su cui si chiude il 2° parziale.
Anche nel 3° set il Brunopremi.com si conferma in crescita e nonostante lo 0-2 nel computo dei set le leonesse non mollano continuando a mostrare ottime cose purtroppo alternate a qualche passaggio a vuoto di troppo. Bassano resta agganciato alla formazione ospite con capitan Martinelli che mura, Rizzo che attacca due volte e Monaco che piazza un ace per l’11 pari. Come nel set precedente l’Itas allunga nella fase centrale del set portandosi sul 12-16 e sul 16-21. Le leonesse non mollano provandoci ancora nel finale con Tellaroli e Rizzo, ma le friulane non si fanno distrarre portando a casa l’intera posta in palio con attacco finale della neo entrata Frison che sigilla il risultato sul 19-25 per uno 0-3 netto e meritato. Sabato prossimo, per la terza giornata di andata, le leonesse saranno attese a Vicenza dall’Anthea: l’atteso derby vicentino si giocherà alle 20.30 al Palasport di Via Ferrarin.