Il Bassano cerca punti a Monza, il Roller atteso da un nuovo derby

0

Trasferta lombarda per l‘Hockey Bassano che questa sera sarà ospite a Monza,  per giocare la quarta partita di questo campionato. Dopo la vittoria ottenuta all’esordio contro il Sarzana, i giallorossi hanno subito due sconfitte contro squadroni del calibro di Breganze in trasferta e Forte dei Marmi a domicilio. L’obiettivo di oggi è voltare pagina, ma in Brianza sarà la classica sfida con il risultato che sfugge ad ogni pronostico. Il Bassano si troverà di fronte una squadra per certi versi simile alla propria: anche Mister Colamaria ha infatti un roster composto per la maggior parte da atleti molto giovani e di prospettiva. I biancorossi lombardi hanno raccolto una vittoria ed un pareggio, di conseguenza in classifica hanno un punto in piu’ del Bassano. Il miglior marcatore e’ attualmente Batista, autore di 4 centri. Per contro, Barbieri avrà a disposione l’intera rosa, eccezione fatta per il giovane Mattia Baggio che ieri ha subito un piccolo intervento chirurgico ad un piede eseguito dal medico sociale Dottor Ave, che lo vedrà costretto ad uno stop di circa due settimane.

Gioca tra le mura amiche, invece, il Roller Bassano che si prepara ad affrontare un’altro “derby” dopo la sconfitta della scorsa settimana contro il fortissimo Sandrigo, gli ospiti di sabato sera al Caneva, non saranno da meno, trattasi del Montecchio Precalcino, con il grande ex Andrea Marangoni.
La società biancoverde ha grosse ambizioni, la promozione in A1, sfiorata la scorsa stagione e quest’anno parte tra le favorite.
La squadra allenata da Carpinelli non è partita benissimo, con un pareggio in casa contro il Novara, una sconfitta a Montebello e la vittoria ottenuta solo nel finale dopo essere stata sotto, contro il Forte dei Marmi, ha fruttato per loro solo 4 punti, 2 meno di noi, ma proprio per questo l’insidia è grande e per questo hanno bisogno assolutamente di un risultato a punteggio pieno per non perdere il treno dell’alta classifica. Il valore di giocatori come Zanini, Retis, Fabris, Meneghini, Clavello e appunto Marangoni, basta e avanza per far capire lo spessore di questa formazione e della gara che sarà.