Massimo Sonda è al top tra gli allenatori senior del Veneto!

0

Massimo Sonda, classe 1967, allenatore di basket bassanese, è il vincitore del premio “Mario De Sisti”, riconoscimento assegnatogli nel corso del Galà del Basket Veneto e riservato all’allenatore che maggiormente si è distinto nei campionati senior regionali per la stagione 2016/2017.

Fondamentali, per la conquista del premio, l’impegno e la determinazione con le quali coach Sonda è riuscito a conquistare la doppia promozione, dalla serie D alla C Gold, con il Basket Riese. Il tutto in soli due anni, senza alcuna interruzione.

Cresciuto nel Basket Bassano dove ha iniziato ad allenare nel 1991, Max Sonda nel 2015 ha lasciato i colori giallorossi per spostarsi a Riese. Un’avventura, quella di Sonda a Bassano, caratterizzata da 24 stagioni di grandi emozioni tra le quali quelle indimenticabili della doppietta datata 2007, con la conquista di Coppa Italia e campionato di serie C in qualità di viceallenatore.

Così, sui social, Massimo Sonda ha ringraziato tutti per il premio ricevuto:

“Stamattina, in occasione del “Galà del Basket Veneto” tenutosi a Vicenza, mi è stata “incredibilmente” assegnata la Targa al Merito “Mario De Sisti” come allenatore che si è maggiormente distinto nei campionati senior regionali per la stagione 2016/17.

Ringrazio innanzitutto la Commissione Regionale Allenatori e il Comitato Regionale Fip che hanno deciso di assegnarmi questo prestigioso riconoscimento.

Dire che i premi individuali in uno sport di squadra non contano è secondo me da ipocriti. Essendo l’ipocrisia uno dei pochi difetti che non ho, io invece dico tranquillamente che sono molto contento e orgoglioso di questo riconoscimento.
Detto questo, mi sembra veramente il minimo (con)dividere il premio con i giocatori che ho avuto il piacere di allenare in questi due fantastici anni e con tutto lo staff, tecnico e societario, che mi ha sempre supportato al meglio. Grazie di Cuore!

Vorrei poi ringraziare le uniche due società in cui ho allenato, il Basket Bassano e The Team Basket Riese, che mi hanno permesso di coltivare la mia passione e di conciliarla con la carriera lavorativa.

A Bassano sono cresciuto come allenatore e come persona, instaurando rapporti e relazioni “per la vita”. Penso che nessuno si offenderà se dico che era e resterà sempre “casa mia”.

Riese… Beh, Riese è un posto dove, in una parola sola, si sta “bene”. Tutto merito di un grande gruppo di dirigenti/amici, capitanati dal presidentissimo Battista Cirotto. Ringrazio quindi Andrea Bizzotto per avermi “costretto”, due anni fa, ad accettare questa fantastica sfida.

Grazie anche…

…a tutti gli allenatori che mi hanno fatto l’onore di volermi al loro fianco in panchina.

…a tutti i “miei” assistenti. Come mi ha scritto il buon Nicola Zen “Io il premio lo darei allo stuolo di amici/assistenti che in questi anni hanno cercato vanamente di tenerti buono…”.

…a tutti i giocatori che ho avuto il piacere di allenare, ai quali sono riuscito a dare sicuramente molto meno di quanto ho ricevuto.

…a quegli allenatori avversari che, in questi 26 anni, mi hanno trattato con cortesia e rispetto.

…ad Andrea Turchetto, uno veramente bravo. Il mio “aiuto da casa”.

…ad Alberto D’Incà, per “quel” tiro.

…a tutti, ma proprio “Tutti” i miei Amici, con la “A” rigorosamente maiuscola.

…a “Lei”. E lei sa perché.

Chiedo infine scusa…

…a tutte le persone con cui sono stato maleducato.

…a chi non sono riuscito a dare ciò che si aspettava da me.

…a tutti quelli che ho dimenticato qui di citare e certamente lo meritavano.

Massimo “Max” Sonda”