BBM Rugby Bassano 1976, non solo senior, Battistin: “Crescono i giovani e i nuovi allenatori giallorossi”

0

Sarà una stagione intensa per il BBM Rugby Bassano 1976. Coach Paolo Baratella è al lavoro per dare continuità al lavoro costruito negli ultimi anni dallo staff giallorosso e da Andrea Segafredo. Ma anche il settore giovanile, vero e proprio gioiellino del rugby a pochi passi dal Ponte degli Alpini, è in fermento.

Ne parliamo con Alessandro Battistin (in foto), responsabile tecnico del sodalizio giallorosso alle prese con un precampionato tutt’altro che tranquillo. Tanti infatti, sono i giovani che hanno deciso di avvicinarsi al mondo del rugby, numeri importanti che costringono al superlavoro dirigenti e tecnici: “Siamo felici ci sia tutto questo fermento e il troppo lavoro non ci spaventa – spiega Alessandro Battistin – i numeri sono in crescita e questo è un segnale positivo; un segnale che ci spinge a dare ancora di più per far si che il rugby a Bassano diventi una realtà sempre più solida”.

Quali sono le novità più importanti della stagione che sta per iniziare: “Oltre al nuovo staff tecnico che seguirà la prima squadra, le novità riguardano anche le giovanili – spiega Battistin – rispetto allo scorso anno infatti abbiamo un maggior numero di compagini con tutte le squadre a disposizione. Ritroviamo l’under 18, fondamentale per creare una base importante dalla quale attingere, in futuro, per la prima squadra. Così come siamo stati in grado di allestire ben due squadre di under 14 e tre dell’under 10, oltre ovviamente a tutte le altre. Piccoli passi, ma importanti e nella costante ottica di crescere e far bene”.

Anche quest’anno proseguirà l’importante collaborazione tecnica con il Mogliano Rugby, così come l’attenzione alle realtà vicine e lontane, con l’obiettivo di carpirne miglioramenti per poi importarli in casa giallorossa: “L’ambiente è entusiasta e molto carico- aggiunge Battistin – sarà importante che la prima squadra riesca a dare il massimo per fare da traino al resto delle nostre squadre. I giovani guardano ai senior con ammirazione e questo non lo dobbiamo mai dimenticare. Il maggior numero di ragazzi che si avvicinano a noi ha comportato anche la necessità di aumentare anche il numero dei tecnici. E fortunatamente siamo riusciti a raggiungere anche questo obiettivo portando il numero di allenatori dai 21 dello scorso anno ai 30 che si preparano ad allenare le varie squadre in questo campionato. Molti di loro sono già al lavoro e non vediamo l’ora che la stagione prenda il via in maniera completa”.

Tornando alla prima squadra, quali saranno gli obiettivi stagionali? “Il mantenimento della categoria sarà l’obiettivo primario – conclude Battistin – torna il derby con il Feltre e questo dà un ulteriore motivo di interesse per il campionato di serie C che ci prepariamo ad affrontare. Per il resto mi aspetto carisma, determinazione e passione per la maglia giallorossa. Basi dalle quali partire per poi guardare con ulteriore fiducia al futuro”.