BBM Rugby Bassano 1976, ecco coach Paolo Baratella!

0

Classe 1970, padovano di nascita e rugbista nel cuore, Paolo Baratella è il nuovo allenatore del BBM Rugby Bassano 1976 che a partire dal prossimo 1 ottobre esordirà nel campionato di serie C.

Terza linea da giocatore con Selvazzano, Mira e poi Rovigo in serie A, Baratella da allenatore ha guidato il CUS Padova Rugby in serie A, passando poi a Mira e lo scorso anno nella padovana Este. Ora è il nuovo tecnico giallorosso, pronto a dare continuità al lavoro portato avanti negli ultimi anni da Andrea Segafredo che rimane comunque nei quadri societari in qualità di dirigente.

Coach Baratella, cosa si aspetta da questo Bassano?

“Arrivo qui con la consapevolezza che il lavoro fatto da chi mi ha preceduto è più che buono e quindi la base è solida. La squadra ha una buona ossatura e accoglieremo con fiducia i nuovi innesti provenienti dalle giovanili. Il gioco portato avanti in questi anni non sarà stravolto, con l’obiettivo di mantenere la categoria e di toglierci qualche soddisfazione importante. Ho visto i ragazzi, e con loro stiamo curando alcuni aspetti sui quali voglio che la squadra migliori. Il punto d’incontro ad esempio va velocizzato, per essere più competitivi e per poter iniziare a giocare il rugby che ho in mente per questo Bassano”.

Sarà una serie C impegnativa e si comincerà subito con un derby molto sentito, quello contro Feltre in programma l’1 ottobre. Che campionato si aspetta?

“Mi aspetto un campionato impegnativo e sarà così. Nel nostro girone ci sono due squadre che lo scorso anno militavano in serie B ovvero Feltre e Villadose. Il Monselice invece è una neopromossa e sia Belluno che il Rugby Piave sono compagini di un certo spessore. Stiamo lavorando con intensità per arrivare pronti a giocarcela con chiunque”.

Come stanno i giocatori?

“Sono motivati, ho trovato una squadra carica e determinata, consapevole delle proprie possibilità. Le prime partite ci vedranno probabilmente con la coperta un po’corta, a causa di alcuni infortunati “ereditati” dalla stagione scorsa, che conto di recuperare nella pausa di novembre, per poi giocare finalmente a ranghi compatti nel proseguimento del campionato. Con Marco Agostini, che mi aiuterà nella gestione della squadra, e tutto lo staff, siamo pronti a dare il massimo e a regalare al pubblico giallorosso quello che nelle nostre intenzioni vorrà essere un grande campionato. E per questo ovviamente, avremo bisogno dell’affetto della nostra gente che so, anche in passato, non è mai mancato”.