Venitucci, capitolo secondo: il ritorno!

0

E’ stato presentato Dario Venitucci, trequartista classe ’87, ritornato a vestire la casacca giallorossa, dopo l’esperienza nella stagione 2010/2011.

“Il Bassano Virtus era la mia prima scelta, sono contento di essere tornato e poi ho trovato un gruppo di ragazzi stupendi. Stiamo lavorando tanto per farci trovare pronti per l’inizio del campionato. La nostra ambizione è di fare bene, la società negli ultimi anni ha sempre disputato dei campionati importanti.
In carriera ho vestito diverse maglie ed anche per questo mi piacerebbe poter rimanere qui a lungo. Tra l’altro ormai mi sento di queste zone, da qualche anno mi sono trasferito a Montebello Vicentino, la città natale della mia compagna Erika. Perciò ci tenevo ancora di più a tornare in giallorosso”.

Le mie caratteristiche? Non sono un bomber, finora ho realizzato al massimo 5 gol a stagione, ma cerco di rendermi utile con le assistenze ai miei compagni. In carriera ho interpretato diversi ruoli dal play di centrocampo, al trequartista, all’esterno d’attacco. Forse aver interpretato diversi ruoli, mi ha un po’ penalizzato. Diciamo che poi per come ho iniziato (campionato di Serie B vinto con cinque presenze con la Juventus, ndr) magari speravo in un percorso diverso. Ma di quella esperienza mi porto dietro diverse cose, come i consigli di un campione come Del Piero, che era il mio idolo essendo io cresciuto nel settore giovanile bianconero.

La gara di Tim Cup? Dispiace essere usciti, anche se magari la prestazione è meno indicativa visto che si tratta di calcio di fine luglio. Loro sembravano più freschi e, di certo, i carichi delle scorse settimane hanno influito. Peccato per il palo che ho colpito che magari poteva riaprire la gara negli ultimi 10 minuti. In ogni caso non abbiamo subito grosse occasioni, a parte in occasione del secondo gol dove avremmo potuto fare di più.
Ora lavoriamo per farci trovare pronti il 27 agosto, con la grinta, la determinazione e la voglia di vincere sono sicuro che ce la potremmo giocare contro tutti.
Il mister ha fatto una bella impressione a tutti, tatticamente ha molte idee, è bravo nel creare il gruppo, pur essendo molto schietto.
Sono sicuro che disputeremo un buon campionato”.

(A cura dell’Ufficio Stampa Bassano Virtus)