Renzo Rosso: “Sullo stadio deciderà la città”

0

Obiettivi stagionali e il futuro dello stadio Mercante. Sono stati questi gli ingredienti del quarto “sponsor day” organizzato dal Bassano Virtus Soccer Team, nel ritiro di Asiago. Soci, sponsor, simpatizzanti si sono ritrovati sull’Altopiano per l’immancabile “partitella tra amici” e per sognare assieme in grande, in vista della stagione ormai alle porte (domenica la prima sfida di Coppa con la Juve Stabia). Il momento più atteso, come da tradizione, il discorso del Presidente, nell’accogliente cornice dell’Agriturismo Ca’ Sorda ai Pennar. “Abbiamo deciso da qualche tempo, ormai, di continuare ad investire nello sport – spiega Stefano Rosso – l’anno scorso abbiamo espresso la volontà di ampliare il numero dei soci e abbiamo trovato risposte importanti. Ora puntiamo allo sviluppo dello stadio, che speriamo ci porti ad avere presto una struttura degna della città“. Intanto, in attesa di sapere quale potrà essere il futuro del Bassano Stadium, si lavora per migliorare il Mercante. Ecco allora che, fa sapere il presidente Rosso, quest’anno ci saranno led luminosi a bordo campo per gli sponsor, la trasformazione della parte più alta della tribuna centrale che diventerà tribuna Premium, dotata tutta di poltroncine in pelle e 6 sky box che permetteranno di vivere la partita al suo meglio, in ambienti confortevoli e riscaldati.  Per il resto, sul sogno di quel Bassano Stadium tanto contestato, è intervenuto anche patron Renzo: “Dobbiamo scegliere se fare economia e dare una mano alla città o piuttosto soddisfare il volere di pochi. Se dovessimo salire in serie B, la città ne guadagnerebbe notevolmente, bar e ristoranti, la domenica sarebbero sempre pieni. Comunque, la nostra è una proposta, a decidere sul futuro del Mercante sarà la città. E se i bassanesi lo stadio non lo vogliono lì, vorrà dire che lo faremo da un’altra parte”.

Intanto, conferma il presidente Stefano Rosso, continua la ricerca di una casa per le giovanili e il sogno resta sempre quello dello Sporting di Fellette. Proprio il vivaio, sottolinea, é una scommessa da vincere: “le nostre giovanili stanno crescendo di anno in anno e la qualità dei nostri ragazzi sono evidenti. Per questo serve un luogo in cui crescere e far crescere i nostri talenti che domani saranno i nostri giocatori migliori. Non è un caso che il nostro capitano (Nicola Bizzotto, n.d.r.) sia cresciuto nelle nostre giovanili”. E proprio Bizzo ha preso la parola per ringraziare la società e assicurare che “la squadra garantirà tutto l’impegno e la professionalità possibili  per dare ai colori giallorossi una stagione ricca di soddisfazioni”.

Migliorare in campo e fuori, questi, insomma gli obiettivi della nuova stagione virtussina. Una stagione da vivere tutti assieme: squadra, dirigenza, sponsor, tifosi e città. Perché, ha concluso Stefano Rosso: “da soli non si va da nessuna parte, ma insieme si può vincere”.