Viscidi: “Bassano merita di essere Città dello Sport”

0

Si avvicina a grandi passi il giorno della scelta della Commissione Aces che avrà il compito di nominare le nuove Città Europee dello Sport 2018, titolo per iil quale è in corsa anche Bassano.

A rafforzare la candidatura bassanese, che può contare sulla qualità degli impianti presenti in città, sul numero di eventi ospitati e sui risultati d’eccellenza dei suoi atleti, ci sono anche 5 testimonial d’eccezione, campioni dentro e fuori dal campo: Sammy Basso, protagonista dall’ultima maratona di Venezia con il progetto Sammy Run To Venice l’avvocato Sergio Campana, ex presidente dell’associazione italiana calciatori,  l’ex cestista azzurra Francesca Zara, l’oro olimpico di Los Angeles 1984 Gabriella Dorio e  Maurizio Viscidi, coordinatore delle nazionali giovanili Figc cui abbiamo chiesto di spiegarci perché Bassano dovrebbe essere Città Europea dello Sport 2018. Dieci le manifestazioni di cartello che, in caso di successo, Bassano inserirebbe nel suo “programma europeo”, con alcuni classici come il Trofeo De Gasperi e la Mezza Maratona, ma anche con moltissime iniziative ideate ad hoc.

Ad oggi sono 7 le città in lizza per il titolo: quattro di queste otterranno la nomina e per due la partita è già vinta: Forlì e Foligno saranno tra le prescelte. Restano, dunque, altre 4 concorrenti: Bari, Sanremo, Oristano e la siciliana Barcellona Pozzo di Gotto.