Udine non rovina la festa del Brunopremi.com: le Leonesse chiudono settime

0

Nell’ultima giornata di campionato le leonesse perdono in casa con l’Atomat Udine salvando però la 7^ posizione in classifica che è il miglior risultato di sempre in B1 per la società bassanese

Brunopremi.com Bassano – Atomat Udine 1-3 (22-25, 25-17, 17-25, 22-25)

Brunopremi.com Bassano: Mason, Moro, Fucka R., Pais Marden, De Vido, Salimbeni, Fucka T. (C), Stocco, Mangani, Cagnin, Bertollo, Formilan (L), Rampazzo (L). 1° All. Martinez, 2° All. Folle
Atomat Udine: Cheli (C), Zonta, Quarchioni, Carbone, Grassini, De Arcangelis, Manig, Allesch, Paunovic, Flaiban Pezzi, Boldrini, Graberi, (L), Berzanti (L). All. Cuttini

Al PalaLungobrenta Brunopremi.com Bassano e Atomat Udine sono scese in campo per una sfida, l’ultima della stagione 2016-2017, del tutto inutile ai fini della classifica dal momento che entrambe le squadre hanno già raggiunto la salvezza con largo anticipo sulla fine del campionato di B1: alla fine hanno vinto le friulane, ma le bassanesi hanno giocato un’ottima partita ben figurando di fronte al pubblico di casa. Se alla formazione friulana interessava più che altro chiudere in bellezza l’annata, dall’altra parte della rete mister Martinez ha sfruttato il match per testare lo stato di forma di una squadra che nelle prossime settimane si giocherà il vero obiettivo della stagione ovvero il Campionato regionale under 18 e le Finali Nazionali di categoria. Il tecnico argentino inoltre ha fatto un po’ di turn over dando spazio ad alcune giocatrici solitamente meno utilizzate e inserendo anche alcune giocatrici dell’Under 16 come De Vido e Cagnin. Risultato di stasera a parte, resta la straordinaria impresa del Brunopremi.com che conclude la sua quinta stagione in serie B1 con un 7° posto che, oltre a essere il miglior piazzamento di sempre del Bruel Volley Bassano nel terzo campionato stagionale, è un risultato a dir poco straordinario se si pensa che è stato centrato da una squadra interamente composta da un gruppo di ragazze under 18 con l’innesto di qualche under 16. Detto che la parte più calda della stagione deve ancora arrivare con le fasi finali dei vari campionati giovanili, resta comunque l’impresa da applausi, difficilmente uguagliabile, di un gruppo davvero unico guidato da un grande tecnico.

Mister Martinez deve spostare ancora una volta spostare Rampazzo nel ruolo di libero insieme a Formilan: entrambe le giocatrici non stanno benissimo fisicamente e il tecnico argentino le ha alternate in campo nel corso del match. Per il resto nel 1° set è scesa in campo la solita formazione che però ha subito la maggior determinazione delle friulane brave ad imporsi 22-25 dopo aver condotto per quasi tutto il parziale. Nel 2° set si vede in campo Emma Cagnin, reduce dallo stage con la Nazionale Prejuniores: il Brunopremi.com gioca meglio trascinato dagli attacchi della giovane leonessa (classe 2002) che sin qui aveva giocato solo qualche scampolo di partita in B1, l’Atomat soffre e il parziale si chiude sul 25-17 in favore delle padrone di casa. Nel 3° set però le ragazze di Martinez partono malissimo finendo subito sotto 0-5 e 5-11, mentre a metà set si vede in campo anche Salimbeni in cabina di regia. Alla seconda sosta tecnica l’Atomat mantiene un vantaggio (11-16) che verrà preservato fino al termine di un parziale chiuso sul 17-25. Nel 4° set le leonesse danno l’impressione di voler raggiungere a tutti i costi il tie break partendo forte e portandosi subito avanti 5-2 e 14-11. Alla seconda sosta tecnica le giallorosse sono ancora avanti, ma ancora per poco perché l’Atomat ha ormai nel mirino le padrone di casa che si fanno raggiungere e superare a quota 18 punti: la squadra ospite mette la freccia (18-20), resiste al ritorno della bassanesi (22-22) e porta a casa il match chiudendo il set sul 22-25 per l’1-3 finale.

(A cura del Brunopremi.com)