Sara e Alice: la scherma veneta parla bassanese

0

Nuovi successi per il Circolo della Spada Bassano, dominatore nei giorni scorsi dei  Campionati Regionali Assoluti si scherma paralitica, svoltisi a San Lazzaro di Savena.
Sara Bortoletto si è confermata Campionessa Regionale sia nella spada che nel fioretto nella Categoria A. Nel fioretto Sara ha concluso la fase a gironi con tutte vittorie. In finale, dopo un inizio combattutissimo riusciva ad avere ragione della brava Marta Nocent del Petrarca Scherma Padova.
Nella Spada la Bortoletto, sempre prima dopo i gironi, batteva la giovane Palmieri Arianna (RNCS) conquistando il suo secondo Titolo Regionale.
Bellissima la gara di spada Alice Pigato: Categoria B del 2001 e iscritta al Circolo della Spada Bassano A.S.D. solo da pochi mesi. Dopo un girone non facile, riusciva a laurearsi Campionessa Regionale di spada della sua categoria battendo in diretta Monia Bolognini (BOZIN).
Grande assente Bebe Vio alla gara di fioretto. Alice, forse paga dell’oro in spada e dopo un girone sofferto, doveva accontentarsi dell’argento cedendo l’oro alla più esperta Marta Nocent (Padova).
Felicissima Alice: : “Sono contenta perché ho potuto affinare la tecnica che di certo è un pochino migliorata rispetto a febbraio. Prometto che mi impegnerò di più e ci metterò tutta me stessa. La scherma per me è un mondo bellissimo che sto ancora scoprendo ma vedo che nonostante gli scalini riesco ad arrivare in alto quindi sono determinata! Quando faccio una stoccata, torno un po’ bambina e mi sorprendo anche di me stessa! Sono così felice, solo perché la scherma oltre ad essere uno sfogo, mi sta facendo apprezzare la bellezza di essere una ragazza in carrozzina. Un’ atleta paralimpica.”
Prossimo obiettivo per gli schermitori Riccione ci saranno i Campionati Nazionali Giovanissimi a Riccione: 3116 gli iscritti. Ben 8 i piccoli atleti del Circolo della Spada Bassano che hanno conquistato la qualificazione nella spada: Francesca Bellet, Benedetta Bertin, Vanessa Caron, Matteo Marchesin, Vittorio Modenese, Guido Pescarini, Gioia Serradura, Giorgia Stevanin.