La notte degli Amatori: a Rosà la finalissima tra G.V.Conte e Gambugliano 85

0

L’appuntamento, di quelli che contano davvero, è per questa sera: alle 20.30 allo stadio Zen di Rosà, andrà in scena la finalissima del campionato Elite Aics Vicenza. Di fronte si troveranno i bassanesi del G.V. Conte e il Gambugliano 1985 che, che nei playoff ha superato gli altri bassanesi del  Football Bassano MMIII, e due delle favorite della vigilia: San Florian e Botafogo.

Per il Gambugliano si tratta della seconda finale consecutiva, dopo quella persa un anno fa contro il San Florian, per il G.V. Conte dell’incredibile epilogo di una stagione tutt’altro che esaltante. Abituati a dominare la regular season (sempre se poi a vincere ci possa davvero abituare), gli uomini di Bindella, quest’anno, complici assenze ed infortuni, hanno sofferto più del previsto, fino alla svolta nei playoff culminata nella vittoria in semifinale contro il Travettore, vincitore del campionato, sconfitto con un inequivocabile 6-2 (tripletta di Schwoch, doppietta di La Gloria e rete di Lazzaro).

G.V. Conte e Gambugliano, stasera, si incontreranno per la seconda volta in questa fase finale: nel girone   erano stati i vicentini della terra del tartufo nero a spuntarla di misura (2-1). Difficile decretare il favorito della vigilia, fosse anche perché in queste ore a farla da padrona sono scaramanzia e pre-tattica. Da una parte il Gambugliano 85 fa sapere di arrivare a Rosà malconcio per colpa di squalifiche e impegni di lavoro e definisce la sfida l’incontro tra “Davide e Golia”. Per contro i bassanesi non si sbilanciano, ma in casa Conte a fare la differenza saranno gli uomini a disposizione di mister Bindella: già annunciata la presenza di Stefan Schwoch, sono invece ridotte al lumicino le possibilità di vedere in campo anche bomber Tiribocchi, peraltro mai impiegato per tutta la stagione, visti i suoi impegni professionali in Sardegna.

Difficile, dunque, fare previsioni. Sarà il campo a stabilire chi conquisterà il pass per le finali nazionali di Alba Adriatica.  Noi, intanto, godiamoci lo spettacolo, quello vero, quello della passione per il pallone che spinge ogni settimana centinaia di ultraquarantenni a indossare pantaloncini e scarpette per essere ancora protagonisti dello sport più bello del mondo. Buona finale a tutti!