Il Brunopremi.com con vola: sconfitto a Padova da “Le Ali” con l’onore delle armi

0

La squadra di Martinez, già salva dopo il successo di sabato scorso sul San Donà, vince il 1° set con il Le Ali per poi perdere 3-1 giocando una buona partita

Le Ali Padova – Brunopremi.com Bassano 3-1 (6-25, 25-13, 25-21, 25-19)

Le Ali Padova: Montaguti (L), D’Ambros (L), Mencarelli, Rossetto 12, Rinaldi 16, Di Bonifacio, Pedron 3, Soleti 7, Martinelli 4, Torchia 8, Pillepich 3, Trevisol, Perata 6. All. Cavallaro
Brunopremi.com Bassano: Mason 17, Moro 7, Fucka R. 2, Pais Marden 2, Salimbeni 3, Fucka T. (C) 5, Stocco 1, Mangani 17, Bertollo (L), Formilan (L), Rampazzo. 1° All. Martinez, 2° All. Folle
Note. Padova: battute errate/vincenti: 9/7, muri: 9. Bassano: battute errate/vincenti: 11/8, muri 4. Arbitri: Pietro Feo e Vincenzo Sorrentino
Tra un Le Ali Padova in piena corsa play off e un Brunopremi.com Bassano già salvo e senza più alcun obiettivo la differenza alla fine la fanno soprattutto le motivazioni. Così alla fine vincono con merito le padovane che, dopo essere finite sotto 0-1 nel computo dei set con un 6-25 clamoroso, riprendono in mano la partita vincendo comodamente il 2°set e faticando non poco per avere la meglio della squadra di Martinez nei restanti due. Il tecnico argentino dal canto suo fa anche un po’ di turn over facendo giocare nel corso del match Bertollo nell’inedito ruolo di libero al posto dell’acciaccata Formilan e soprattutto Salimbeni per Stocco in cabina di regia. Sconfitta a testa alta dunque per le leonesse che peraltro subiscono uno stop indolore per una classifica che resta pressochè immutata con il 7° posto con 36 punti che a una giornata dal termine è già di per sé un risultato straordinario.

Poco da dire su un 1° set giocato perfettamente dal Brunopremi.com che approfitta al meglio di un Le Ali rimasto con la testa negli spogliatoi: 3-8, 4-16 e 5-21 sono le tappe di una clamorosa cavalcata che si chiude con un attacco di Mangani sul 6-25, punteggio che a qualcuno sarà sembrato un errore del tabellone. Troppo brutto per essere vero il Le Ali, che dal 2° set comincia a giocare da par suo e quindi mostrando i ranghi della quinta forza del campionato. Anche il 2° parziale non ha storia ma stavolta sono le padovane a dettare legge: alle due soste tecniche le padrone di casa sono avanti 8-5 e 16-10, nel finale Bassano crolla commettendo qualche errore di troppo e Padova si impone 25-13 con punto finale che arriva con un ace. Decisamente più equilibrato il 3° set con il Brunopremi.com che dopo essere finito sotto 4-1 si riprende riportandosi sotto 8-7 alla prima sosta tecnica. Il Le Ali però ha qualcosa in più e al secondo time out tecnico il vantaggio delle padovane è di nuovo di 3 lunghezze (16-13): le leonesse ci credono e in due occasioni vanno vicine all’aggancio ovvero sul 21-19 (fallo Padova) e sul 23-21 (smash di Fucka), ma la squadra di casa non sbaglia più niente portando a casa il set sul 25-21.

Nel 4° set il Bassano gioca bene ma viene punito oltre maniera dal Le Ali che alle due soste tecniche è avanti 8-4 e 16-10. Nella seconda parte del parziale le ragazze di Martinez ci provano ancora una volta con Mangani (18-14), Salimbeni (19-15) e Mason (23-19) ma è l’ultimo sussulto di un match che Padova vince con merito chiudendo sul 25-19. Alla fine sono applausi per tutti: per le padrone di casa che raccolgono 3 punti per credere ancora nei play off e per le leonesse che subiscono una sconfitta indolore uscendo dal campo a testa alta. Sabato prossimo ultimo appuntamento della stagione: al PalaLungobrenta arriva l’Atomat Udine ancora impegnato nella lotta per non retrocedere.

(A cura dell’ufficio stampa del Brunopremi.com)