Bassano e lo sport puntano all’Europa

0

Arriveranno venerdì e saranno cinque i commissari che valuteranno la candidatura di Bassano del Grappa a Città europea dello Sport. Guidati dal presidente, Francesco Lupatelli, i commissari dovranno stabilire se la nostra città abbia, o meno, le carte in regola per conquistare l’ambito riconoscimento per il quale sono in lizza 7 città. Quattro di queste otterranno il titolo e per due la partita è già vinta: Forlì e Foligno saranno tra le prescelte. Restano, dunque, altre 4 concorrenti: Bari, Sanremo, Oristano e la siciliana Barcellona Pozzo di Gotto.

In questo weekend, dunque, Bassano si giocherà tutte le sue carte a partire dagli impianti che, nella giornata di sabato, saranno visitati dalla Commissione Aces (Associazione Capitale Europea dello Sport) per continuare con i numeri dello sport bassanese che, attualmente, supera la presenza di ben 100 associazioni in attività. Punto di forza della candidatura cittadina l’attenzione ai giovani e alla disabilità, testimoniata dalla scelta del payoff  “A Bassano lo sport è per tutti”. 

A rafforzare la candidatura bassanese, ci saranno anche  5 testimonial d’eccezione, campioni dentro e fuori dal campo: Sammy Basso, protagonista dall’ultima maratona di Venezia con il progetto Sammy Run To Venice  l’avvocato Sergio Campana, ex presidente dell’associazione italiana calciatori, Maurizio Viscidi, coordinatore delle nazionali giovanili Figc, l’ex cestista azzurra Francesca Zara e l’oro olimpico di Los Angeles 1984 Gabriella Dorio.    Dieci le manifestazioni di cartello che, in caso di successo, Bassano inserirebbe nel suo “programma europeo”, con alcuni classici come il Trofeo De Gasperi e la Mezza Maratona, ma anche con moltissime iniziative ideate ad hoc.

Guardando bene al programma della visita della commissione Aces in città, dopo l’accoglienza e la consegna del dossier in programma venerdì, sabato i commissari valuteranno gli impianti e prenderanno parte ad un incontro a scuola sullo sport e la disabilità. Nel tardo pomeriggio, invece, il centro di Bassano si trasformerà in una sorta di palestra a cielo aperto, con dimostrazioni di diverse discipline: dalla scherma al volley, dal basket al calcio, solo per citarne alcune. Alle 18, in Municipio, la conferenza stampa ufficiale e, a seguire, la cena di gala. Domenica i commissari completeranno la visita alla città e si confronteranno per una prima valutazione assolutamente top secret.

Per sapere, infatti, se la visita avrà sortito gli effetti desiderati bisognerà attendere il prossimo settembre quando la commissione annuncerà le Città Europee dello Sport 2018.