Bassano corsaro a Forlì. Fabbro e Grandolfo firmano il 2-0 della vittoria!

0

Ci si prova gusto a vincere. E il Bassano di Valerio Bertotto lo sa. Dopo la vittoria di una settimana fa, ecco che in serata è arrivato il 2-0 conquistato sul campo del Forlì. Fabbro alla mezz’ora e Grandolfo al minuto 58 regalano ai supporter giallorossi altri tre punti importanti e una seconda vittoria consecutiva di grandissimo peso.

Anche a Forlì si comincia con un minuto di silenzio in ricordo del ciclista Michele Scarponi, scomparso tragicamente nella giornata di ieri, poi si torna a concentrarsi sul calcio giocato. Bizzotto dopo pochi minuti sbroglia in area un temibile attacco da parte del tandem Spinosa-Bardelloni, Grandolfo spedisce il pallone a lato e al quarto d’ora il Bassano passa. Fabbro insacca su respinta di Turrin, i giallorossi esultano ma è l’arbitro ad annullare per un fuorigioco quantomeno dubbio. Cinque minuti più tardi è allora Bianchi ad impensierire Turrin che deve superarsi miracolando in out. Al giro d’orologio numero 34 ecco che arriva la volta buona, che il Bassano non spreca: Fabbro serve largo Candido che gli restituisce il pallone in area e con un rasoterra micidiale infila il sesto goal personale della stagione, il goal dell’1-0 per il Bassano.

In apertura di seconda frazione è Grandolfo in acrobazia ad andare vicino al goal del raddoppio, Bizzotto in difesa fa buona guardia anticipando Succi ben imbeccato da Tentoni e con il passare dei minuti la squadra di Bertotto prende ulteriore consapevolezza dei propri mezzi e raddoppia. Fabbro serve Grandolfo che spedisce il rasoterra in fondo al sacco. Nono centro personale, e raddoppio Bassano. L’ultima mezz’ora è intensa ma ancora di marca bassanese. Grandolfo di prima intenzione e Fabbro in versione assistman, ancora per il compagno, sfiorano il tris, il Forlì ci prova ad un quarto d’ora dalla fine ma la palla esce mentre Tonelli per i padroni di casa, a nove dal termine, prova la botta da dentro l’area trovando un reattivo Rossi a dirgli di no. Allo scadere c’è spazio soltanto per il rosso a Fabbro, espulso per fallo di reazione, e ai sette minuti di recupero concessi dall’arbitro durante i quali il risultato non cambia. Tre punti per il Bassano, ossigeno puro e situazione decisamente meno complicata di quindici giorni fa. Domenica 30 aprile dalle 17.30 al Mercante arriverà il Gubbio.

Bassano che sale in classifica a 48 punti, nona posizione e un punto in più del Santarcangelo. Davanti ai giallorossi il tandem FeralpiSalò e Sambenedettese con 50 punti.