Sconfitta indolore: l’Orange 1 perde a Mestre ma guadagna la salvezza

0

L’Orange1 esce sconfitta dalla trasferta di Mestre, ma può comunque festeggiare il primo obiettivo stagionale, la salvezza matematica e la permanenza in serie C Gold.
Il contemporaneo ko interno di Castelfranco contro Montebelluna li condanna alla retrocessione diretta, dando la certezza all’Oxygen di non dover disputare i temuti play-out e di raggiungere un traguardo che prima dell’inizio della stagione sembrava molto ambizioso, vista l’età media del gruppo.

Tornando alla partita il primo quarto scorre a ritmi elevati con Mestre che tenta un primo allungo grazie alle triple di Cucchi (4/7 da oltre l’arco) e alla serata difficile di Gallea e Nikolic (3/19 in combinata dal campo) chiudendo il primo quarto sul 22-15. Nel secondo periodo la musica cambia, Bassano riesce a prendere le misure a Mestre tenendola a soli 13 punti e l’ingresso in campo di un prolifico Zonta (15 punti finali con 6/10 dal campo) permette di andare alla pausa lunga avanti di 3 sul 35-38.
L’Orange1, seppur orfana di Bargnesi, Gajic e Izzo (tenuti a riposo per piccoli problemi di infermeria), tiene botta per tutto il terzo quarto restando sempre in equilibrio e riuscendo a limitare efficacemente il temuto Tonetti, che però si sblocca nell’ultima frazione ed insieme al solito Cucchi firma il break decisivo. Complice una stanca Oxygen che negli ultimi minuti non riesce più a trovare la strada del canestro arrestandosi a soli 9 punti e chiudendo la gara sul 78-64.
Sconfitta meritata, così come una salvezza guadagnata col sudore e l’impegno di tutti i ragazzi scesi in campo.

(A cura dell’Ufficio Stampa Oxygen Basket)