Una “Rovigo” indimenticabile per l’under 16 del Rugby Bassano 1976

0

Se qualche settimana fa abbiamo cominciato a raccontarvi nel dettaglio le componenti del settore giovanile del Rugby Bassano partendo dai bimbi del minirugby, continuiamo oggi il nostro viaggio incontrando Nicola Bizzotto, vice allenatore dell’Under 16 assieme ad Antonio Filippucci. L’incontro con Nicola non è affatto casuale : c’è una vittoria da festeggiare ed è una vittoria storica, per l’under e per tutto il Rugby Bassano. Il 5 Marzo scorso infatti l’Under 16 ha battuto per la prima volta nella sua storia il Rugby Rovigo, con il risultato di 15 a 8.

Nicola, eccoci. C’è da festeggiare?

Certamente. Perché abbiamo scritto una pagina importante nella nostra piccola storia.

Come procede il campionato?

È un campionato molto impegnativo: girone elite del Veneto, sostanzialmente il top nella regione più rugbystica d’Italia. Ci scontriamo ogni domenica con squadre molto più blasonate di noi ma ci stiamo togliendo molte soddisfazioni.

Gli avversari più temibili, o comunque quelli che andrete ad affrontare a breve?

Il Rugby Udine ad esempio, ma non solo. All’andata abbiamo perso male fuori casa ma adesso, dopo un po’ di rodaggio e dopo una vittoria così importante anche per il morale sarà certamente un’altra storia.

Mi fai un breve resoconto della partita contro il Rovigo?

Certo! Il 7-0 arriva con la meta di Bizzotto a la trasformazione di Scramoncin, Rovigo poi ci scavalca con un calcio e una meta. Sull’8-7 per loro ritorniamo avanti noi con il piazzato di Scramoncin al quale segue la meta del 15-8 firmata da Stella. Ed è vittoria, si festeggia.

Grande partita, quindi.

Certamente. Mi stanno particolarmente a cuore le parole scritte sulla nostra squadra da Giorgio Gastaldello, un genitore: “Ci sono stagioni che nascono sotto una spinta particolare: i ragazzi dell’under 16 Bassano sin da settembre dell’anno scorso hanno dimostrato passione e grinta mettendo a buon frutto quella voglia di vincere o di tornare a vincere e riscattare “mischia su mischia” tutti i sacrifici affrontati per gareggiare al massimo livello e con squadre avversarie eccellenti.

Ci sono altresì tante situazioni in cui lo spirito di squadra rappresenta un prezioso alleato. Soprattutto l’intelligenza, il lavoro di gruppo; e i ragazzi dell’under 16 Bassano pur essendo di annate diverse e provenendo da tornei più o meno selettivi hanno saputo ben miscelare età ed esperienze di gioco che ti fanno vincere un campionato o meglio ti aiutano ad interpretare una partita nel migliore dei modi e non si tratta di pura banalità.”
Una cosa che mi è sempre piaciuta del rugby è lo spirito di gruppo di cui parla questo genitore.
E’ decisamente uno dei nostri punti di forza. Ho voluto citare queste belle parole per ricordare tutte le persone che ci gravitano intorno, la passione, il rispetto che c’è in questo sport, il senso d’appartenenza.

Nicola poi ci manda le ultime righe del testo di Giorgio Gastaldello.

È una frase shakesperiana, che riassume bene il modo di fare del mondo rugbystico, un mondo tenace e fiero, forte e volenteroso, onesto e caparbio: “Son sempre i nostri dubbi a tradirci e a farci perdere quello che avremmo potuto guadagnare se non ci fosse mancato il coraggio di tentare”.

Intervista a cura di Leonardo Scapin