Le Leonesse al PalaLungobrenta per tornare a ruggire

0

Una settimana per dimenticare la fastidiosa battuta d’arresto subita in terra veronese, meritata per la prestazione ma senza farne una tragedia. Una serata no, così si vuole archiviare quanto visto contro il Vivigas, facendo tesoro che ogni match va vissuto con intensità e grandissima determinazione. Questo campionato sta regalando continui colpi di scena e si dovrà attendere probabilmente il termine della regular season per sapere i nomi dei vinti e dei vincitori. Lo stesso Montecchio, che pareva aver preso il largo dal resto del gruppo, si trova ora con soli tre punti di vantaggio da Monticelli. L’ultimo posto utile per i play off promozione sarà conquistato al fotofinish con un gomito a gomito di almeno tre/quattro formazioni. Se poi si scende le cose non sono più chiare: a chiudere la classifica c’è il Cerea a quota 9 e Simigas a 13, probabilmente già compromesse, ma il terzultimo posto non ha ancora un occupante certo. San Donà è a quota 17 e solo tre lunghezze sopra è posizionato Walliance Ata Trento, non certo un distacco da far stare tranquilli. Sonni decisamente più sereni dormono le leonesse che a quota 28 punti occupano la settima posizione, ma ambiziose di poter ottenere ancora qualcosa.

Non mancano dunque le motivazioni per dar vita ad un match tutt’altro che scontato. Le bianconere di coach Mongera, riconfermato dalla scorsa stagione assieme ad uno zoccolo duro di atlete capitanate da Bottura, arriveranno in quel di Cartigliano con la consapevolezza che per mantenere la categoria servono punti. Contare sul fatto che le formazioni che seguono continuino a rimanere a bocca asciutta non è certo una strategia da intraprendere e, paradossalmente, puntare sui punti in trasferta pare essere decisamente più vincente. Le atine, infatti, tra le mura amiche hanno conquistato solo sei punti e gli altri quattordici sono stati conquistati in trasferta. Davvero una stranezza, ma un campanello d’allarme per il Brunopremi.com Bassano. Entrambe le formazioni arrivano da una sconfitta e non mancherà la voglia di riscattarsi: a spuntarla chi avrà il miglior approccio al match. Le leonesse potranno contare sul calore del Palalungobrenta che si sta davvero appassionando alle imprese giallorosse, non sottovalutando un avversario spesso dai due volti, che pecca più nella consapevolezza dei propri mezzi che nella qualità delle atlete, ma che inevitabilmente è “appesantito” dal fardello dell’esser borderline . Fucka e compagne sono dunque avvisate, poco altruismo e molta concentrazione. Le padovane dell’Aduna in casa del Cerea probabilmente faranno bottino pieno, sarebbe davvero un peccato lasciarle allungare.

Fischio d’inizio della partita tra Brunopremi.com Bassano e Walliance Ata Trento domenica ore 18.00 e per chi volesse alle 14.30 il Palalungobrenta sarà teatro dei quarti di finale provinciali: le leonesse dell’under 16 per conquistare l’accesso alle semifinali dovranno spuntarla sulle pari età della Pallavolo Rossano. Obiettivo semifinali già raggiunto e superato dall’under 18 che con un netto 3 a 0 sulle cugine del Bassano Volley giovedì hanno staccato il biglietto per le finali provinciali di categoria.

(A cura dell’Ufficio Stampa Bruel Volley)