La vendetta dell’ex: Casarotto allo scadere castiga il Roller

0

HOCKEY THIENE – ZETAMEC R.BASSANO  7-6 (pt: 3- 1)

MARCATORI PT: 9:53 A.Fraccaro (B), 14:44 G.Casarotto (A), 18:15 G.Casarotto (A), 20:42 P.Luotti (A).
MARCATORI ST: 27:25 G.Stocco (B), 28:30 E.Sperotto (A), 29:47 A.Marangoni (B), 31:46 P.Zen (B), 35:48 G.Tumelero (B), 39:41 D.Piroli (A), 42:39 G.Tumelero (B), 42:40 D.Piroli (A), 48:35 G.Casarotto (A).
HOCKEY THIENE: A.Dalle Carbonare, P.Luotti, D.Piroli, M.Ardit, G.Casarotto, E.Sperotto, G.Vecelli, N.Retis, A.Dalla Vecchia, M.Oripoli. All. G.Casarotto.
ZETAMEC R.BASSANO: G.Tumelero, P.Zen, A.Marangoni, F.Tentori, A.Fraccaro, G.Stocco, P.Lazzarotto, M.Serraiotto, A.Bigarella, S.Baroni. All. Zanfi
ARBITRI: Nicoletti S. –

E’ la rete realizzata ad un minuto e mezzo dalla fine dall’ex Casarotto a decidere la sfida al vertice tra Roller e Thiene, dopo 50′ minuti tirati e ricchi di colpi di scena. Partenza a razzo per i padroni di casa che dominano la prima frazione, fino ad andare al riposo sul 3-1. Zanfi rimette ordine begli spogliatoi e già al terzo minuto del secondo tempo Bassano accorcia con Stocco sul primo palo. Il Roller trova fiducia, ma non passa  nemmeno un giro di lancette e Sperotto punisce i biancorossi. Il Roller non si scompone, torna a macinare gioco e Marangoni in contropiede accorcia le distanze, colpendo anche un palo (il secondo della partita). L’arbitraggio, forse è fin troppo permissivo, il Thiene costruisce e il Bassano gioca di rimessa, come quando ruba palla a centrocampo, Marangoni s’invola in contropiede e serve Zen che  infila nel sette il 4-4. Dopo 11 minuti dall’inizio della ripresa i ragazzi di Zanfi trovano persino il vantaggio con Tumelero e a dieci minuti dalla fine hanno anche l’opportunità di chiudere il match quando si ritrovano in superiorità numerica per l’espulsione di Giorgio Casarotto. Zen, però, fallisce la punizione di prima e il Roller,con un uomo in più  subisce il pari per mano di Piroli. Sul 5-5 accade di tutto: Zen colpisce in pieno una traversa e Piroli, sul fronte opposto, fallisce una  punizione di prima. A sbloccare l’equilibrio ci pensa un tiro da metà pista di Tumelero: la palla s’infila in mezzo ad una selva di gambe e finisce alle spalle dell’estremo gialloblù per i momentaneo 5-6, ma passano appena trenta secondi e Piroli in una girata in mezzo all’area pareggia. Thiene trova la rete del definitivo 7-6 con Casarotto che realizza la tripletta personale. Il Roller chiude il match in 4 per l’espulsione del portiere e cede ai gialloblù la seconda piazza della classifica. In vetta continua a volare Scandiano che dopo la vittoria sul Forte, la 17ma della stagione, è ora ad un solo punto dalla matematica promozione in A1.