Brunopremi.com Bassano non pervenuto, Verona vince 3-0

0

Serata no per le leonesse che cedono l’intera posta in palio in casa del Vivigas Arena Volley. In classifica la squadra di Martinez perde una posizione ed è 7^, ma resta sempre con 11 punti di vantaggio sulla terzultima

Vivigas Arena Volley – Brunopremi.com Bassano 3-0 (25-13, 25-16, 25-18)

Vivigas Arena Volley: Bovo 8, Monzio, Bellè, Merzari, Romano (L), Sandrini, Mazzi 6, Brignole 1, Rivoltella 9, Giometti 12, Bissoli 3, Palumbo 10, Moschini (L). All.Pillitu

Brunopremi.com Bassano: Mason 8, Formilan (L), Moro 1, Fucka R. 3, Pais Marden 1, Andrich (L), Salimbeni, Rampazzo 10, Fucka T. 3, Stocco 2, Mangani 8. Bertollo. All. Martinez

Note. Battute errate/vincenti: Verona 5/6, Aduna 4/3; Muri: 8/6. Arbitri: Riccardo Pavanello e Alberto Libralesso

All’andata la partita contro il Vivigas Verona era stata quella della svolta perché le leonesse provavano il brivido della prima vittoria in campionato vincendo 16-14 al 5° in un match che sarebbe stato solo l’inizio di una cavalcata trionfale che ha portato la formazione di Martinez a navigare nelle zone nobili della classifica. Al ritorno da un Bassano 6° in classifica e reduce da tre vittorie consecutive, di cui due con le prime due della classe, era lecito aspettarsi qualcosa di più e invece capitan Fucka e compagne, con qualche elemento sceso in campo nonostante la febbre, incappano in una serata no ed escono con una sconfitta netta e meritata dal campo dell’Arena Volley. Niente poker di vittorie dunque per la squadra di Martinez che perde una partita dominata dalle padrone di casa scivolando indietro di una posizione in classifica (al 7° posto) ma mantenendo sempre, ed è questo ciò che più conta, 11 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione.

Poco da dire sulla cronaca di un match che ha regalato poche emozioni ai tifosi giallorossi al seguito. Nel 1° set si capisce già che non sarà una serata facile perché alla prima sosta tecnica il Brunopremi.com è già sotto 8-2, sul 12-3 le leonesse sono di nuovo dal loro allenatore e alla seconda sosta tecnica il tabellone fa segnare un preoccupante 16-6. Finisce 25-13 con la testa che è già al 2° set. Nel 2° parziale dopo un buon inizio (0-4), le leonesse vanno in tilt finendo nuovamente sotto: le padrone di casa rimontano e alla seconda sosta tecnica sono in vantaggio 8-6. Rampazzo ha il braccio caldo, le gemelle Fucka sono attente a muro e nella fase centrale del set le bassanesi sembrano reggere l’urto tant’è che alla seconda sosta tecnica lo svantaggio è ancora di due lunghezze (16-14). Ma da qui in avanti in casa Bassano si spegne nuovamente la luce e il Vivigas con un parziale di 9-2 chiude i conti ipotecando il successo finale (25-16). Nel 3° set le leonesse sembrano non risentire del punteggio e giocano con grinta e concentrazione, esprimendo la miglior pallavolo della loro serata. Non basta però perché le veronesi hanno qualcosa in più e dopo un inizio equilibrato (7-5 e 10-9), il Brunpremi.com finisce nuovamente sotto 13-9 e poi 16-11 alla seconda sosta tecnica. La squadra di casa sente già profumo di vittoria limitandosi a gestire il vantaggio, Rampazzo ci prova ancora (21-17), ma stasera non è proprio serata e così Verona mette la parola fine all’incontro portando a casa anche il 3° set sul punteggio di 25-18. Per Bassano una serata da dimenticare che di certo non intacca minimamente, né nel morale né in classifica, quanto fatto dalle leonesse nelle ultime settimane. La settimana prossima si torna al PalaLungobrenta per la sfida con il Walliance Ata Trento.