Sconfitta all’overtime per Asiago. Renon vince di misura, gli stellati chiudono terzi

0

Rittner – Migross Asiago 4-3 (Over Time)

Ultimo match del Master Round con motivazioni molto diverse per Renon ed Asiago. I padroni di casa, già certi del primo posto, schierano una roster ampiamente rimaneggiato privo del portiere titolare e di tutta la prima linea, i Giallo Rossi invece devono difendere il secondo posto insidiato dal Val Pusteria e utilizzano tutti gli effettivi rinunciando solo a Lutz ancora infortunato.

Il primo periodo si chiude con il doppio vantaggio degli Alto Atesini abili a sfruttare due pasticci difensivi degli Stellati che concedono due facili conclusioni prima a Frei e poi Fauster. Giallo Rossi che non trovano il ritmo giusto e non sono mai pericolosi. La frazione si chiude con solo 5 tiri verso la porta difesa da Fink.

Nel secondo periodo si presenta sul ghiaccio una Migross diversa, più determinata a provare a riaprire la partita. Il gioco è decisamente più veloce e divertente, entrambe le formazioni creano diverse occasioni. Al 7’ minuto Cloutier tiene a galla la sua squadra con un intervento prodigioso, 30 secondi dopo Kolanos solo davanti a Fink spreca. Tutto succede negli ultimi minuti, l’Asiago non concretizza una doppia superiorità, ma a 1.20 min. dalla fine Nigro insacca e accorcia le distanze.

Nel terzo periodo i Giallo Rossi non perdono tempo e cercano il pareggio mettendo sotto pressione la difesa di casa. E’ pero il Renon a trovare il terzo gol, fortunosamente il puck arriva a Spinell che batte Clotier da breve distanza. Gli Stellati ci credono e non mollano, passano pochi secondi e Kolanos trova il secondo Gol. Il pareggio di Nigro arriva a due minuti dalla fine del periodo. Partita che va all’Overtime con l’Asiago che ha l’occasione di vincere approfittando di una penalità fischiata Vigl, ma lo Special Team non riesce a marcare il Gol che chiuderebbe il match. L’occasione migliore la spreca Scandella dopo il primo minuto del supplementare. Nel quarto minuto gli uomini di Barrasso commettono due errori fatali, prima si fanno fischiare un’ infrazione per troppi uomini sul ghiaccio e nella successiva inferiorità numerica sbagliano, clamorosamente, un cambio di linee che concede a due attaccanti del Rittner di trovarsi soli davanti a Cloutier e Sprukts, assistito da Ebner, segna il gol decisivo.

Sconfitta amara per come è maturata, l’Asiago perde il secondo posto a vantaggio del Val Pusteria. Domenica mattina sarà comunicata la griglia dei quarti di finale che si formerà secondo le scelte delle prime tre classificate, nell’ordine Rittner, Val Pusteria e Asiago.