L’assalto Roller travolge Pordenone! E i biancorossi volano con otto goal!

0

E adesso fermateli! Se ci riuscite! I biancorossi dell’Hockey Roller chiudono con una vittoria la difficile sfida giocata nel fine settimana contro il Pordenone. Una sfida che gli addetti alla comunicazione della compagine bassanese ci raccontano nel loro consueto modo carico, emozionante, vivo. Un racconto che vi riproponiamo e al quale non possiamo che far seguire i nostri complimenti per la vittoria 8-6 contro Pordenone:

“Alla vigilia la partita si annunciava piena di insidie per la Roller visto che il match d’andata si trasformò in un’autentica battaglia, così come le sfide dello scorso campionato, che furono avvincenti e tiratissime.

Tutto come previsto. Quello che però si vede raramente sono dieci cartellini blu distribuiti in una partita, sì proprio dieci, e questo fa pensare ad un match cattivo; ma così non è stato e lo dimostra il fatto che alla fine i falli di squadra sono stati otto a otto.

E’ stato invece un incontro tirato, combattuto, con il risultato sempre in bilico, un incontro che la Roller è riuscita ad aggiudicarsi solo negli ultimi minuti.

Ma andiamo alla cronaca. Dopo venti secondi la Roller usufruisce di un rigore ma il portiere gialloblù Ferronato para il tiro di Marangoni; passano due minuti e arriva il primo blu per gli ospiti per fallo su capitan Pelva. Marangoni dal dischetto si fa parare il tiro e anche la successiva ribattuta. La partita è vibrante, le squadre sono un po’allungate e combattono a viso aperto, colpo su colpo.

A 5.30″ Pordenone becca un blu per proteste, la Roller non sfrutta il powerplay e dopo un paio di minuti il goalie biancorosso Bigarella prende il blu, complice lo spostamento della porta che l’arbitro Davoli valuta come volontario. Entra il secondo Baroni, Zucchiatti dal dischetto non perdona. Passa un minuto e mezzo e “Maranga”, servito splendidamente da Fraccaro, mette a segno il gol dell’immediata parità ma la gioia dura poco: blu a Fraccaro (e qui c’è da segnalare un’eccessiva fiscalità del direttore di gara), tira Zucchiatti che colpisce la traversa, raccoglie la ribattuta e va in gol. Trascorre solo un minuto e Zen subisce fallo in area: rigore! Stavolta sul dischetto tocca a Tumelero ma il suo tiro potente non inquadra la porta.

A 9.30″ dal termine il forte Zucchiatti in serata sì, scende sul lato sinistro e scaglia in porta una mina imparabile per il Biga ma capitan Pelva dopo un minuto decide di rispondergli alla stessa maniera e scaglia un missile rasoterra che va ad infilarsi all’angolino in basso a destra di Ferronato. Passano solo quindici secondi e il Pordenone allunga di nuovo con Battistuzzi; Marangoni non ci sta ed inventa uno splendido goal che si infila tra palo e portiere dove sembrava non esserci il minimo pertugio. Il finale di primo tempo vede altri due cartellini blu (ormai è il tema della serata…..), il primo inflitto alla CAF CGN per fallo su Marangoni che però Zen non sfrutta, ed il secondo inflitto al Maranga ma stavolta l’ottimo Zucchiatti non supera Bigarella.

Il primo tempo si chiude così con gli ospiti avanti sul 4 a 3. A pesare per la Roller sono i ben 4 tiri liberi sbagliati sui 4 assegnati e su questo aspetto ci si dovrà lavorare un bel po’perchè nell’hockey attuale i tiri liberi hanno un peso specifico notevole.

Il secondo tempo si apre con un tiro di Marangoni che si stampa sul palo. Trascorsi 6 minuti, capitan Pelva sradica una pallina all’avversario in balaustra, si invola a razzo verso il portiere e lo mette a sedere. E’ pareggio: 4 a 4. La gioia dura mezzo minuto, Tentori prende un blu per aggancio in area e l’arbitro assegna un rigore al Pordenone. Furlanis dal dischetto si fa parare il tiro ma non la successiva ribattuta. Pordenone di nuovo in vantaggio ma passano pochissimi secondi quando Maranga smazza un assist a Pelva che realizza.

Arriviamo al minuto dodici e un’azione d’attacco dietro porta dei ZanfiBoys porta in gol Serraiotto, i biancorossi ne traggono beneficio e si gasano, la Roller sale in cattedra e per Pordenone cala lentamente il buio, ora i biancorossi sono scatenati e vogliono chiudere la contesa a loro favore. A 4.45″ dal termine Marangoni serve Tumelero che scaglia in rete una sassata, il Pordenone colpisce il palo e poi che succede? Succede che riprende la giostra dei blu, giusto per non tradire il tema della serata…..a 2.40″ dal termine Maranga è falciato da Marullo che prende il blu, Pelva dal dischetto viene abbattuto durante la rincorsa ed è rigore. Stavolta Edo non sbaglia, il tempo dei regali è finito.

C’è ancora il tempo per un altro blu e stavolta lo becca Fraccaro per gomitata, Zucchiatti realizza, per il numero 7 gialloblù una quaterna che la dice lunga sulla sua prestazione. Tutto finito? Macchè. Ora il blu tocca proprio a Zucchiatti ma ormai scatta l’ora della doccia, i biancorossi tengono palla fino alla sirena e festeggiano un’altra vittoria, meritata, sudata.

Ormai la striscia vincente è lunghissima, questa Roller sta scaldando i cuori dei tifosi a tal punto da far tornare al Caneva i tamburi e i cori di incitamento. Il girone di ritorno è appena iniziato, ne vedremo delle belle.”