A Bassano il rugby è passione, anche in formato “Mini”

0

Di Leonardo Scapin – foto di Stefano Sartore – Nel mondo dei bambini il gioco è una cosa serissima.

Nel mondo del “minirugby”, pure. Noi di Bassanosport siamo andati a conoscere la realtà dei piccoli atleti del Rugby Bassano. Una realtà solida e ben organizzata, che da molti anni fornisce un servizio importante a tutto il territorio, alle famiglie e all’intera comunità.

Siamo andati a colloquio con uno dei responsabili, che con passione e pazienza ci ha spiegato il funzionamento e le dinamiche di questo piccolo grande mondo.

Ci ha spiegato che il “minirugby” equivale al settore giovanile, che va tendenzialmente dall’ultimo anno della scuola materna fino al primo di scuola media (dunque dall’under 6 all’under 12).

Le regole di gioco variano da under ad under, a seconda dell’età. Solitamente non esiste un vero e proprio campionato, ma una serie di tornei annuali presenti sia in Veneto (il più importante è il “Topolino” di Treviso, che da quest’anno non si chiamerà più così) sia fuori dal Veneto.

“Il settore giovanile è composto principalmente da maschi – spiega – nonostante l’interesse e l’impegno dei dirigenti che puntano a coinvolgere anche le bambine, numericamente in aumento notevole in questa disciplina. L’aspetto educativo è fondamentale e questo è uno dei tratti peculiari di questa disciplina: i bambini vengono educati al rispetto, inteso sia nei confronti di arbitro ed avversari, sia nei confronti del compagno che sbaglia. Questi valori sono un vero e proprio credo in tutto il mondo rugbystico e il “Terzo Tempo” ne è la dimostrazione pratica: un pasto consumato insieme, una chiacchiera dopo la partita e la collaborazione tra genitori sono tutti comportamenti che il bambino acquisisce come naturali e semplici, senza difficoltà”.

I genitori in primis devono abbracciare questo “modus operandi” e renderlo proprio: non esiste partita senza terzo tempo, così come non esiste rugby senza l’intera gamma di valori che questo sport si porta appresso. Un altro aspetto basilare che ci ha particolarmente colpito e che il responsabile ha evidenziato è la presenza, da 4-5 anni circa, del preparatore atletico anche nel settore giovanile. Il motivo?

“La “difficoltà” di molti bambini nell’attuare esercizi fisici apparentemente facili, come un normale salto o una capriola, gesti atletici che ormai non fanno più parte di un bagaglio fisico che le generazioni precedenti possedevano, vuoi perché meno sedentarie, vuoi perché il gioco era elemento primario nel tempo libero di ieri più che in quello di oggi. Questi preparatori aiutano i bambini in un’educazione sportiva completa e li guidano affinchè lo sport diventi per loro uno stile di vita, oltre che una fonte di divertimento ed un modo sano e costruttivo di intraprendere valori quali amicizia, rispetto e spirito di gruppo”

Ecco le squadre del Minirugby Bassano :

Under 6 nati nel 2011/12 allenatori Maria Antonietta Zorzi, Andrea Perin e Massimo Alessi

Under 8 nati nel 2009/10 allenatori Luigino Cei e Roberto Lunardi

Under 10 nati nel 2007/08 allenatori Denis Zuanetto, Antonello Mondello, Filippo Lorenzato

Under 12 nati nel 2005/06 allenatori Luca Parolin, Michael Zonta, Davide Lorenzato

Intervista e articolo a cura di Leonardo Scapin