Al Palalungobrenta arriva la matricola terribile Eraclya

0

Al Palalungobrenta, contro l’Eraclya Aduna c’è in palio il sesto posto e per le giallorosse voglia di riscattare il 3 a 0 dell’andata. Non ci sono previsioni che tengano, Brunopremi.com sta ribaltando ogni pronostico. Il girone di ritorno per la ciurma giallorossa si sta rivelando davvero ghiotto. Poteva essere una strada in salita, da calendario erano previsti tre incontri con formazioni che occupano la parte alta della classifica: Bassano ha superato a pieni voti l’impresa. Due vittorie e una sconfitta al tie break, sei punti che valgono davvero tanto e che posizionano Fucka e compagne a metà classifica, quasi da avere le vertigini. Ma in casa Bruel l’entusiasmo si trasforma in duro lavoro in palestra, piedi ben piantati quasi a voler scongiurare possibili passi falsi. Sempre attenti ai “tempi di magra” che potrebbero arrivare dietro l’angolo. Umiltà, scaramanzia o più semplicemente determinazione di un giovane gruppo che ha solo da dimostrare il proprio valore. Da non dimenticare, poi, che lo stesso girone B del campionato di B1 femminile appare quanto mai incerto, una classifica che probabilmente non decreterà vinti e vincitori fino all’ultimo. Certo, una marcia in più c’è: non giocare con la zavorra di rischiare la retrocessione libera la mente e lascia spazio al volley giocato e lo spettacolo pare davvero assicurato.

Le avversarie di turno, l’ Eraclya Aduna Padova, per taluni versi hanno delle assonanze con il percorso fatto dalle giallorosse. Matricole della categoria, le padovane hanno fin da subito affrontato la nuova esperienza con determinazione. Certo, non va dimenticato che ad un sodalizio consolidato c’è stato l’innesto dell’ esperienza di una “veterana” del mestiere(la centrale Dall’Ora) che ne ha fatto una formazione non certo alle prime armi. La compagine guidata da coach Trolese ha all’attivo un poker di successi che tiene alto l’umore e la voglia di stare sulla cresta dell’onda. Aduna è sesta a 26 punti, Bassano segue a 25: la sfida che andrà in scena domenica al Palalungobrenta con fischio d’inizio alle 18.00 si preannuncia un gomito a gomito dove a spuntarla sarà la formazione che saprà imporre il proprio ritmo di gioco non lasciando spazio all’avversario. Le giallorosse vorranno di certo riscattarsi dal 3 a 0 subito all’andata e tra le mura amiche i presupposti per fare bene ci sono tutti.