Zibert: “volevo una squadra che punta a vincere”

0

Giornata di presentazioni in casa giallorossa, è stato infatti presentato alla stampa il centrocampista sloveno, classe ’92, Urban Zibert. Ecco le sue prime parole “bassanesi”, raccolte dall’Ufficio Stampa del Bassano Virtus, Sara Vivian

“Appena ho saputo dell’interesse del Bassano non ho esitato nell’accettare l’offerta. Per molti giorni si sono susseguite delle voci di me vicino al Catania, voci già uscite quest’estate, in quanto mister Rigoli l’ho avuto come allenatore lo scorso anno all’Akragas, tuttavia volevo una squadra che può puntare a vincere il campionato. Il mio obiettivo è quello di potermi giocare le mie carte per guadagnarmi un’eventuale riconferma a fine stagione, questo non significa che sono arrivato con la presunzione di partire come titolare, ma mi sento bene fisicamente e sono a disposizione del mister.
Ho seguito un po’ il Bassano a distanza, la società è seria e c’è un’ottima squadra, purtroppo gli infortuni degli ultimi due mesi si sono fatti sentire, ma sono sicuro che potremmo dare fastidio ad ogni avversario. Cercheremo di conquistare più punti possibili ad ogni partita e poi l’ultimo mese vedremo dove saremo arrivati.

“Le mie caratteristiche? Ho quasi sempre giocato come mezzala sinistra. Mi piace inserirmi negli spazi, ovviamente come centrocampista devo cercare di svolgere al meglio anche la fase difensiva, ma spesso mi piace provare anche il tiro dalla distanza. In Italia ho iniziato nella Primavera della Triestina nel 2011, dove all’epoca giocava mister Taddei che ora ho ritrovato qui”.

“Le mie prime impressioni? Ho scelto Bassano per il progetto e perchè questa è un’ottima società, non perchè volessi avvicinarmi a Lubiana, la mia città natale. Certo, mio padre che è anche il mio primo tifoso è molto felice del fatto che io sia qui, così potrà seguirmi più facilmente. Per quanto ho avuto modo di vedere finora la città è molto carina, per certi versi mi ha ricordato Lubiana, col fiume che l’attraversa. Sono certo che mi troverò bene”.