Dopo Cenetti e Barison, nuovi movimenti di mercato in casa Bassano Virtus

0

Di Domenico Lazzarotto – Primi due colpi, entrambi in uscita,  per il mercato invernale del Bassano: Giacomo Cenetti ed Alberto Barison si sono accasati entrambi all’Arezzo dell’ex tecnico giallorosso Sottili.

Cenetti, centrocampista   campano, classe 1989, dopo la rottura con la società, ha firmato un biennale con il club toscano. Era stato lo stesso Cenetti, bandiera per tre stagioni e mezza del Soccer Team, considerando i pochi minuti in cui in questa stagione è stato utilizzato  dal tecnico D’Angelo, ed avendo oltretutto il contratto in scadenza,  a chiedere alla società di poter trovare altrove fortuna. E chi meglio di Sottili, già suo tecnico a Venezia prima di approdare assieme ai piedi del Grappa, potrà sfruttare le notevoli capacità tecniche dell’ancor giovane centrocampista?

All’ambiziosa formazione toscana è approdato  anche Alberto Barison, centrale classe 1994, difensore esploso con Sottili, però come parecchi altri giovani della “rosa” messo in questo torneo ai margini dal progetto di mister D’Angelo. In questo caso, l’affare concluso con l’Arezzo, porterà qualche soldo nelle casse del club di via Piave da investire nel movimentato mercato in entrata; quello in uscita a questo punto prevede anche la partenza dell’attaccante Rantier appetito da un paio di formazioni Pro del Sud ma che sembra assai vicino alla Triestina di Andreucci, indimenticato centrocampista ai piedi del Grappa.

A questo punto per il Bassano si prospetta un mercato pirotecnico in entrata: per il centrale sembra imminente la firma del difensore Andrea Trainotti mentre per il centrocampo aleggiano con insistenza i nomi di Stefano Amadio, classe ’89, del Latina e dell’esperto  Giovanni La Camera, classe ’83, ex Cittadella, ora alla Lupa Roma. Al Bassano piace anche il portiere Giacomo Poluzzi, classe 1988, già alle dipendenze di mister D’Angelo ad Andria, il cui arrivo sancirebbe l’addio di Bastianoni.

Sembra nel frattempo sfumata la pista per l’attaccante Giulio Bizzotto, pure lui del Cittadella; la società di Gabrielli sembra decisa di prestarlo al Renate. 

Prima della fine di gennaio per Werner Seeber la carne al fuoco sarà molta. Senza dimenticare che i vari Bizzotto, Falzerano, Proietti e Rossi, sono tutti in scadenza e quindi in attesa del prolungamento di contratto.