Rantier, Barison, Cenetti! Avanti assieme o addio sotto l’albero di Natale?

0

Uè signori, uè signore, guardate che Julien Rantier è uno che di numeri ne ha! Ma è chiaro che, se dopo quindici partite in giallorosso il goal non lo fai o la cosa diventa rarissima, qualche dubbio viene e non è assurdo un pizzico di delusione. Deluso e ovviamente desideroso di far valere chi è, è innanzitutto Rantier; ma è chiaro che anche la società, dal canto suo, sperava in un bottino di goal e concretezza in attacco che al momento latitano. Rantier ha 33 anni, ha giocato una vita in serie B e a Bassano era atteso come l’uomo capace di dare esperienza, ma anche goal e concretezza in attacco.

La società per il momento però l’ha messo sul mercato, e assieme a lui anche Alberto Barison e Giacomo Cenetti. Rantier e Barison, in teoria per rendimento al di sotto delle aspettative, Cenetti per una discussione un tantino accesa con il tecnico e il direttore generale, anche se sul fatto nessuno conferma nè smentisce.

Da appassionati di sport, giornalisti e tifosi quali siamo però, proviamo a porvi questo quesito: meglio arrivare primi o secondi al termine della regular season e poi finire come sono finite le precedenti stagioni, o magari acciuffare i playoff all’ultimo, iniziarli senza i riflettori puntati addosso e…?

Perchè noi di arrivar primi ma poi essere costretti ad ingoiare bocconi amari non è che siamo appassionati. E allora, forza e unità anche in questi momenti. Perchè i conti si fanno alla fine ed è giusto dare sostegno a questa squadra. Speriamo ovviamente che Rantier, Barison e Cenetti risolvano nel modo migliore le divergenze attuali con la società giallorossa. E che si possa andare uniti, e con forza, verso traguardi importanti. I traguardi che la città merita!