Giro d’Italia: Asiago già al lavoro per la tappa di maggio

0

Cresce ad Asiago l’attesa per la tappa del Giro d’Italia in programma sabato 27 maggio 2017 e sarà questo il quinto passaggio della manifestazione rosa sul comune dell’Altopiano.  20° tappa del Giro: la Pordenone-Asiago, per i protagonisti della corsa rosa sarà il penultimo sforzo prima del gran finale di domenica 28 maggio con l’arrivo della cronometro scattata da Monza a Milano. Nella scala da uno a cinque il traguardo altopianese vale quattro stelline con i suoi 190 chilometri totali. Nella seconda parte della gara si va dal Grappa ad Asiago, due salite lunghe e impegnative a disposizione per gli ultimi colpi di scena. La corsa, dunque, si arrampicherà sul Monte Grappa da Caupo, in 24 chilometri i corridori saliranno di quasi 1300 metri; un grande respiro al Forcelletto (1395 metri) e poi su fino a Scarpon. La discesa sulla Cadorna è di lunghezza pari alla salita, con un occhio di riguardo a tre chilometri di falsopiano in cui ci sarà da spingere forte. L’ultima fatica è rappresentata dall’ascesa verso Foza: 14 chilometri non impossibili, ma duri. Poi ad abbracciare i grandi del ciclismo sarà Asiago. I corridori termineranno la tappa passando sotto al Sacrario Militare del Laiten e, dopo l’omaggio ai caduti, l’arrivo è previsto davanti la vecchia stazione, in viale Garibaldi.

“Stiamo lavorando con la Provincia per sistemare il manto stradale delle vie che portano da Foza ad Asiago – sono le parole dell’assessore allo sport e ai lavori pubblici del Comune di Asiago, Franco Sella -. A breve, quindi, è in programma un sopralluogo per capire l’entità dell’intervento e come poter procedere. Inoltre stiamo costituendo un Comitato per organizzare e gestire al meglio la tappa asiaghese del Giro d’Italia. Ci auguriamo che molti degli imprenditori locali e vicentini possano abbracciare questo importante progetto decidendo di affiancare il nome della propria azienda a quello della manifestazione rosa”.

Ma non finisce qui perché in attesa del 27 maggio 2017 saranno organizzati una serie di eventi collaterali, istallazioni, mostre e incontri d’avvicinamento alla tappa.