Brunopremi si ferma al poker: il Talmasson espugna il Palalungobrenta

0

Nella sfida tra due delle formazioni più in forma del campionato vince la squadra più esperta, ovvero il Cda Talmassons che si conferma sestetto tenace e con tanta qualità in campo. Il Brunopremi.com interrompe così la striscia di quattro successi consecutivi arrendendosi al Talmassons, che invece arrivava al match di stasera con alle spalle un filotto di 5 vittorie nelle ultime 6 giornate.

La chiave della partita sta tutta in un dato: le basse percentuali di positività in attacco della squadra di Martinez raccontano di una giornata senza dubbio non brillante delle leonesse, ma soprattutto raccontano la straordinaria prova difensiva delle friulane capaci di toccare molto a muro e soprattutto di raccogliere in difesa un’infinità di palloni provenienti dal campo avversario. Il Bassano ci ha provato in mille modi, ma alla fine si è dovuto arrendere alla squadra ospite nonostante l’ottima reazione nel 2° set, vinto in rimonta con grande carattere, una rimonta che però non è riuscita nel 4° e ultimo set, mentre decisamente più nette sono state le sconfitte nel 1° e nel 3° parziale. La classifica del girone B si allunga un po’ rimanendo comunque cortissima: il Brunopremi.com a fine serata si ritrova al 9° posto sempre con una lunghezza di vantaggio sulla zona retrocessione, ma anche, volendo guardare più su, a 3 punti dal 4° posto.

Solito sestetto per il Bassano con Martinez che si affida alla squadra che ha vinto le ultime 4 partite di campionato: in campo dunque scendono Stocco-Moro, Mangani-Mason, Tatjana e Rebecka Fucka con Formilan libero. Il momento magico delle ragazze di Martinez si respira anche sugli spalti con i tifosi bassanesi che riservano alle leonesse un’accoglienza a dir poco calorosa continuando poi a far sentire il loro supporto nel corso di tutta la sfida. Dopo un inizio di 1° set favorevole al Talmassons (4-7), il Brunopremi.com si scalda e torna subito in partita con un muro di Fucka e una bella pipe di Mangani per cui alla prima sosta tecnica le ospiti sono avanti di una sola lunghezza (7-8), mentre in campo si vede Andrich per Formilan. Le bassanesi ormai hanno nel mirino le friulane: la parità arriva su un errore in attacco del Talmassons (10-10), mentre il vantaggio con un attacco vincente di Mason (11-10) che poi si ripete firmando il 13-10 per il time out di mister Castegnaro. La sosta fa bene all’esperta formazione friulana, meno bene alle ragazze di Martinez che improvvisamente si bloccano non riuscendo più a mettere palla a terra: il Talmassons ne approfitta per portarsi avanti 13-16 con un parziale di 0-6. Il tecnico argentino getta nella mischia Rampazzo, il Bassano tenta il recupero ma le friulane non sbagliano più niente difendendo tutto, a differenza delle leonesse che sono costrette ad alzare bandiera bianca sul 18-25.

Nel 2° set dopo l’iniziale 4-4 il Cda si porta avanti 4-8 alla prima sosta tecnica: i problemi per la formazione di Martinez sembrano gli stessi del 1° parziale: troppe difficoltà a eludere il muro e la difesa avversarie cui si aggiungono tanti errori che facilitano il compito ad un avversario che invece sbaglia pochissimo. Mentre Rampazzo entra per Mason, è Martina Stocco a suonare la carica dalla linea dei 9 metri con ben 3 ace che riportano il punteggio in parità (9-9). E’ una fiammata che non basta a portare l’inerzia del match dalla parte delle leonesse che finiscono nuovamente sotto 11-14 costringendo Martinez a chiamare time out. Ma non è finita perché nel momento più difficile viene fuori il carattere delle leonesse: Rebecka Fucka si scatena dal centro con un muro e tre attacchi vincenti, di cui uno propiziato da una strepitosa difesa di Andrich, e così Bassano si trova avanti addirittura 17-15 con un parziale di 6-1 che capovolge le sorti del set. Il Talmassons è sempre lì ma Rampazzo ha il braccio caldo e sul 21-18 la panchina friulana chiama tempo. Al rientro Moro attacca due volte portando il punteggio sul 24-20, prima dell’errore in attacco friulano che regala alle leonesse un 25-20 davvero insperato per come le leonesse avevano iniziato il parziale.

Il 3° set vede confermate in campo ancora Andrich e Rampazzo, con quest’ultima davvero in gran spolvero nelle prime fasi del parziale sia in attacco che in battuta (7-7). Nella fase centrale del set prende il comando del gioco la formazione ospite che si porta avanti 11-15 grazie a una serie di errori del sestetto di casa. Il Talmassons allunga ancora portandosi sul 12-18 e costringendo mister Martinez a chiamare nel giro di pochi minuti entrambi i time out a sua disposizione. Nel finale, mentre entrano Formilan per Andrich, Mason per Moro e Salimbeni per Stocco, il Brunopremi.com ha un sussulto (17-22), ma il vantaggio ospite è tale da non consentire sorprese di sorta: finisce 19-25 e al Bassano non resta che pensare al 4° set.

Nel 4° parziale il Brunopremi.com deve dare il tutto per tutto per cercare di rientrare in partita e di rimandare il verdetto al tie break. Dopo un buon inizio (7-5), le solite difficoltà in attacco e in difesa della formazione di casa riportano avanti il Talmassons che alla prima sosta tecnica ha una lunghezza di vantaggio (7-8). Martinez inserisce Mason per Mangani e chiama time out sull’8-10, ma l’inerzia della partita non cambia ed è sempre il Cda a tenere le redini del gioco. Alla seconda sosta tecnica le friulane sono avanti 12-16 senza che in campo si abbiano segnali di un cambio d’inerzia del gioco. Le leonesse lottano su ogni pallone con la solita grinta e il solito cuore, risalendo fino al 20-22 che riaccende le speranze del pubblico di casa, ma l’esperto sestetto ospite non si fa sorprendere chiudendo definitivamente i conti, tra gli applausi dei tifosi friulani, con un meritato 22-25.

Alla fine della serata per il Brunopremi.com arriva dunque una sconfitta che senza dubbio non fa piacere più che altro perché le attese della vigilia erano alte visti gli ultimi risultati. Al di là però della comprensibile delusione, a essere onesti stasera al PalaLungobrenta ha vinto meritatamente una squadra davvero difficile da affrontare e del resto le 6 vittorie nelle ultime 7 partite del Talmassons confermano che le leonesse si sono trovate di fronte una squadra in questo momento più forte e senza dubbio più esperta. Alle ragazze di Martinez, che non devono rimproverarsi niente se non qualche disattenzione di troppo, va quindi dato il merito di aver lottato come sempre e di aver messo in difficoltà una squadra costruita per lottare ai piani alti della classifica. Sabato prossimo si gioca ancora al PalaLungobrenta per la sfida con l’Isuzu Cerea fanalino di coda del torneo.