Migross Asiago troppo indisciplinata: punita a Vipiteno

0

Brutta sconfitta per l’Asiago che alla Weihenstephan Arena si presenta ancora senza Benetti e Long e rimedia un pesante 4-1 dal Vipiteno.

La partita inizia con un buon ritmo, la posta in palio è importante e i giocatori giocano con grande decisione. Già dopo un minuto il Power Play Giallo-Rosso ha la prima occasione, ma non riesce a concretizzare. Al 7’ minuto Lutz lanciato magistralmente da Scandella, solo davanti al portiere, non trova il gol. All’8’ Magnabosco viene penalizzato per un gancio con bastone e dopo circa un minuto e mezzo ingenuamente l’Asiago concede una doppia superiorità ai padroni di casa per troppi uomini sul ghiaccio. Lo special team del Vipiteno riesce ad andare in gol quasi subito con Deanesi e si porta avanti 1-0. Nonostante l’inferiorità numerica gli stellati sono pericolosi con Scandella che riesce a pareggiare al minuto 10.56.

Il secondo periodo comincia con un errore di Piva che perde un disco nel terzo difensivo ed è costretto a commettere una fallo per evitare danni peggiori. Sarà la prima di una serie infinita di Power Play che l’Asiago concederà al Vipiteno. In successione vengono fischiati altri tre falli a Sullivan, Dal Sasso e Tessari dando così ai Broncos un lungo periodo di superiorità, anche doppia. Proprio alla conclusione di un cinque contro tre arriva il raddoppio di Mair, siamo al 28.21. Anche la MIgross ha la sua occasione in doppia superiorità ma gioca male la sua chance, costruendo una sola azione pericolosa con un tiro dalla Blu di Marchetti. Prima della fine del periodo vengono fischiate altre due penalità a Conci e Dal Sasso ma il Penalty Killing degli stellati riesce a neutralizzare l’attacco dei padroni di casa.

Il terzo periodo comincia nella stessa falsa riga del secondo. Ancora una superiorità per il Vipiteno, Dal Sasso al 46.11 sconta una penalità per troppi uomini sul ghiaccio, e doppietta per Mair al 46.23, siamo sul 3-1 per gli Altoatesini. La Migross non riesce ad organizzare una pressione continua, le inferiorità numeriche pesano sia fisicamente che nel morale della squadra. L’inerzia non cambia, ancora falli fischiati ai Giallo Rossi, al 46.54 a Nigro e successivamente vengono spediti fuori dal ghiaccio Marchetti e Piva. Il Power Play del Vipiteno è efficace e Felicetti non spreca l’occasione di portare il risultato, che non cambierà più, sul 4-1.

Brutta sconfitta, inutile sottolineare che giocare oltre metà match in inferiorità numerica è un lusso che questo Asiago non si può permettere; tutti i gol del Vipiteno vengono da situazioni di superiorità numerica. Questa sera sono mancate disciplina e lucidità’. Gli uomini di Barrasso sono attesi da una trasferta complicata il prossimo contro la capolista Renon.