Minesso e Fabbro inchiodano la capolista. Bassano travolge il Pordenone

0

Bassano ferma la capolista Pordenone, e sale a quota 15, ad una sola lunghezza dai neroverdi. Minesso e Fabbro, nella ripresa, marcano la sfida contro un avversario dalle evidenti capacità tecniche, ma che al Mercante paga, più volte, la tensione di uno scontro che pare mettere in palio, molto di più dei 3 punti.

Primi minuti di studio, poi tocca al Pordenone con Burrai impegnare Bastianoni con un tiro dal limite che l’estremo difensore giallorosso spedisce in angolo. Il Bassano risponde con possesso palla al limite della zona offensiva ma l’estremo difensore friulano non deve intervenire. Arma entra in area pericolosamente ma la retroguardia giallorossa allontana e sul capovolgimento di fronte Fabbro, lanciato verso la porta avversaria, viene steso a due metri dal limite dell’area di rigore. Minesso pennella al centro, la testa di Grandolfo però arriva con un attimo di ritardo anticipato da Tomei. I giallorossi insistono e tornano ad essere pericolosi con un tracciante rasoterra che la difesa friulana respinge all’ultimo salvando la propria porta e con Fabbro e Grandolfo bene appostati. Bassano ancora pericoloso per due volte con il solito Grandolfo, ma Tomei chiude lo specchio della porta. Al 44’ proteste del Pordenone per un presunto fallo di mano della difesa giallorossa.
Si va al riposo sullo 0-0.

La ripresa comincia con il Bassano subito pericoloso: Laurenti prova il tiro dal limite ma Tomei devia in angolo. E’ solo la premessa al vantaggio giallorosso che arriva al 4’ con Mattia Minesso che infila l’estremo neroverde con un missile dai 25 metri (per il numero 11 giallorosso si tratta della quarta marcatura stagionale). Il Bassano ha l’occasione di allungare quando Grandolfo lancia dalla metà campo Fabbro che si libera della marcatura, entra in area ma spara alto sopra la traversa.

Gli animi si surriscaldano al 16’ quando Ingegneri spinge a terra Fabbro a gioco fermo rimediando un’ammonizione. Bastianoni salva il risultato, opponendosi ad un tiro ravvicinato al volo di Pietribiasi alla prima azione della sua partita.
Il raddoppio arriva al 38’: fa tutto da solo Fabbro che stoppa, si gira su sé stesso e infila Tomei sparando sotto l’incrocio dei pali. Sull’azione successiva il Pordenone d’illude: Pietribiasi insacca ma in evidente fuorigioco. Il clima al Mercante si surriscalda e il quarto uomo allunga la sfida di 5 minuti. Il ramarri cercano in ogni modo di trovare la rete, ma i giallorossi non si fanno sorprendere e incassano tre punti assolutamente meritati.
Bassano sale a quota 15, ad una sola lunghezza dal Pordenone. Tra una settimana i giallorossi saranno a Mantova.

Al termine della sfida, foto di rito della squadra con Patron Rosso, e questa volta del gruppo fa parte anche Sammy Basso: giallorossi in aiuto alla progeria e al progetto Sammy Run to Venice!