Bassano dai due volti a Castelfranco. Contro il Castellana arriva un pari che accontenta a metà!

0

Una partita che si doveva vincere, ma che per come si erano messe le cose ad un certo punto si sarebbe anche potuta perdere. Il Rugby Bassano 1976 torna da Castelfranco Veneto con due punti, frutto del 15-15 maturato oggi al termine del match contro il Castellana Rugby.

Bassano privo di molti uomini fondamentali, capitan Zalunardo su tutti, ma non per questo l’inizio è deludente. Al decimo giro d’orologio guadagna metri Luigi Lunardon dopo aver recuperato palla in touche, la reazione del Castellana è però veemente con i padroni di casa che sfiorano la meta. Al nono minuto tegola per il Bassano con Alberto Filippucci che vola diretto in pronto soccorso. Nulla di grave per lui, ma un taglio al mento che gli impedisce di proseguire. Al ventesimo tocca al Castellana passare in vantaggio con un piazzato ma i giallorossi due minuti dopo si riportano sul 3-3 grazie a Mattia Ganassin. Alla mezz’ora la squadra di coach Segafredo ci crede e dopo un’azione insistita sfonda la resistenza avversaria grazie a Martino Simonetto che schiaccia il pallone a terra per la meta dell’8-3, con Ganassin che allunga portando a dieci i punti del Bassano. Il finale di primo tempo vede Lunardon e compagni in crescendo e abili a controllare le sfuriate avversarie.

A cambiare completamente le sorti del match è il ritorno in campo delle due squadre. La difesa giallorossa traballa e i padroni di casa ne approfittano andando in meta al termine di una discesa che da sinistra, con gran velocità, si sposta sul lato opposto e regala al Castellana Rugby il pareggio. Subito dopo ancora Castellana avanti e 15-10, passivo che potrebbe essere più pesante se solo i padroni di casa fossero più precisi con il piede. Lo choc spegne la luce in casa giallorossa ma in fase d’attacco la frenesia non è una buona consigliera. I trevigiani potrebbero andare con comodità a meta in ben due occasioni, ma in entrambi i casa si tradiscono a cinque metri dalla linea di meta. Bassano ringrazia per i due regali e Mattia Ganassin alla mezz’ora e con le ultime energie rimaste vola centralmente evitando quattro avversari e siglando il 15-15. Di piede i giallorossi non allungano, lo stesso Ganassin poco dopo sbaglia un altro piazzato che bilancia l’errore, in pieno recupero, con il quale Castellana grazia Bassano. Due punti per i giallorossi e un’analisi dai due volti per coach Andrea Segafredo: “Era una partita da vincere e il pareggio ci sta un po’stretto – commenta – come attenuante non dobbiamo dimenticare le molte assenze e il ko dopo pochi attimi di Filippucci, ma al tempo stesso faccio un plauso ai ragazzi che sono riusciti a riprendere un match che si era messo non benissimo. A volte abbiamo cercato troppo l’individualità – conclude il coach giallorosso – puntare di più sulla squadra e sul collettivo ci permetterà di fare un ulteriore e necessario balzo in avanti, in vista della sfida di domenica prossima contro Montebelluna, ancora in trasferta”.