Bebe Vio e il Ponte degli Alpini! Quando la Campionessa e il Simbolo si incontrarono, quattro anni fa!

0

Nel momento più alto della scherma paralimpica italiana, nel momento in cui Bebe Vio vince l’oro a Rio de Janeiro 2016, a noi di Bassano Sport viene in mente quel giorno in cui due simboli si incontrarono. Il primo è lei, Bebe Vio, straordinaria atleta e campionessa per tutto ciò che ha fatto in pedana, e fuori. L’altro è lui, il Ponte degli Alpini, sul quale Bebe Vio salì il 20 ottobre del 2012. Quasi quattro anni fa, Bebe Vio era appena stata ai giochi di Londra è Bassano le aprì le porte, le aprì il proprio simbolo e le aprì il cuore. E con lei, in pedana, anche Sara Bortoletto di cui tante volte abbiamo parlato qui su Bassano Sport e alla quale auguriamo, per Tokyo 2020, di essere nuovamente in compagnia di Bebe.

Lei Bebe, nel suo libro “Mi hanno regalato un sogno: la scherma, lo spritz e le Paralimpiadi”, parla anche di Bassano, ricordando proprio quella volta in cui la scherma approdò tra la gente: “Trieste, Treviso, Como, Bassano, Pisa (…) sono queste le città in cui, dal 2011 a oggi, abbiamo letteralmente portato in piazza la scherma”.

Oggi Bebe è campionessa paralimpica e sarebbe bello, da bassanesi e appassionati di sport, ospitarla al suo ritorno, sul Ponte degli Alpini fresco di restauro. Ci vorranno mesi, speriamo non anni, perchè ciò accada. Ma l’auspicio è che si faccia di tutto affinchè il Ponte degli Alpini, il Ponte di Bassano, torni nel suo antico splendore ai bassanesi e ai campioni olimpici e paralimpici, alle persone, agli innamorati, agli amici, ai turisti, ai pensionati, ai giovani. Che torni alla gente, insomma, ed esca finalmente dalle aule dei tribunali. 

Solo così si torneranno a vivere giornate come quella del 20 ottobre scorso, raccontata così dall’associazione art4sporteventi.org: “Sabato 20 ottobre 2012 Bassano del Grappa si è colorato di sport con “La Scherma in Piazza” evento itinerante dell’Associazione art4sport ONLUS in collaborazione con l’Associazione sportiva dilettantistica Circolo della Spada Bassano. Scopo della manifestazione è stato di mostrare, attraverso spettacolo e divertimento, il fasciano della scherma in carrozzina, una disciplina davvero alla portata di tutti.

Durante l’evento l’Associazione art4sport ONLUS ha donato al Circolo della Spada di Bassano una pedana ed una carrozzina da competizione all’atleta Sara Bortoletto, studiate appositamente per la scherma in carrozzina. Tre fino ad oggi sono le pedane donate da art4sport. Dieci gli atleti venuti a Bassano in rappresentanza del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle (Giorgio Avola purtroppo assente), presente invece Gigi Samele (sciabolatore olimpico) e testimonial dell’evento Valerio Aspromonte.

Durante questo lungo pomeriggio, sei sono stati gli atleti che si sono alternati suddivisi in due squadre: l’una del Circolo della Spada Bassano capitanata da Valerio Aspromonte (medaglia d’oro a Londra), Sara Bortoletto e Carolina Erba (atleta del gruppo sportivo Fiamme Gialle), l’altra invece capitanata da Bebe Vio (campionessa Mondiale Under 18 di fioretto in Carrozzina) con Beatrice Monaco e Olga Calissi (anch’esse del gruppo sportivo Fiamme Gialle). Mille e forse più le persone incuriosite che si sono fermate sul Ponte degli Alpini per assistere agli incontri o addirittura ferme a guardare l’intera gara.

40 a 39 il punteggio finale della gara tra Bebe Vio e Valerio Aspromonte, ma bisogna sottolinerare che il punteggio è stata la cosa meno importante di tutta la giornata, poiché è stato un pomeriggio all’insegna del divertimento!!!

Art4sport ringrazia per la collaborazione: Sky Italia, Cristina Fenzi (Relazioni Esterne Sky) Luca Corsolini (giornalista), Roberto Bof (conduttore), Carraro (arbitro); presente anche Guido di Guida, Presidente del Comitato Regionale Veneto della FIS. Un sentito grazie anche al Circolo della Scherma di Bassano e al suo Presidente Giovanni Sponza e a tutta l’amministrazione del Comune di Bassano del Grappa.”