Cordoglio anche nel bassanese per la scomparsa del campione di triathlon Enrico Busatto

0

Enrico Busatto era un triathleta ed esperto sportivo molto conosciuto anche nel bassanese. Più volte specialista dell’Ironman, con l’apice toccato nell’ottobre scorso alle Hawaii, Busatto si allenava e gareggiava con molti sportivi della nostra città.

Anche per questo la sua improvvisa scomparsa ha toccato fortemente anche il bassanese. Cittadellese di 44 anni, Busatto è stato ritrovato senza vita stamattina poco dopo le 6.30 di fronte all’azienda di famiglia. Inutili i tentativi di rianimarlo. Di lui ci eravamo occupati in alcuni articoli in passato. Ed è con il sorriso di allora e con il racconto dei suoi successi, che noi di Bassanosport vogliamo ricordarlo!

Mettete insieme un gruppo di amici, all’incirca una ventina, tutti con un’unica, folle passione: quella per il triatlon su lunga distanza. Un gruppo di ironman, insomma, provenienti dal bassanese e l’area dell’alta padovana.  Due anni fa, quasi per gioco, decidono di fondare una squadra, “Mas triathlon”. L’obiettivo? stare assieme, divertirsi e competere. Più con sé stessi che con gli altri, per cercare di spingere sempre più in là i propri limiti. Tutto sotto il segno della passione per la competizione e per lo sport puro. “Be the Best be a Mas” il motto della squadra che come sedi ufficiali non sceglie palestre o impianti sportivi ma due noti locali del bassanese: la birreria “Ai Buei” e l’osteria “Ca’ Cornaro”.

Un gruppo predisposto, dunque, al divertimento, ma disposto anche a tutti quei sacrifici che una disciplina come l’Ironman richiede. E così, sotto la guida tecnica di Luca Conte, arrivano anche i risultati come la finale mondiale ottenuta da Enrico Busatto nel 2014 e la qualificazione a quello che è considerato l’ironman degli ironman, ovvero Kona, da parte di due componenti del “Mas Triathlon”: lo stesso Busatto e Fabian Bertoncello.

Insomma, i talenti non mancano, ma da sempre la forza del “Mas” è il gruppo e la stagione 2015 l’ha dimostrato. Per la prima volta nella sua storia, infatti, nella stagione che si sta concludendo, il circuito Ironman ha organizzato una competizione europea a squadre: una sorta di “Champion’s” del triathlon lungo. Senza nemmeno immaginarlo prima, “Mas Triathlon”, dopo l’ironman 70.3 di Pescara, scopre di aver ottenuto il lasciapassare per la gara in programma a Pola.

In 11 affrontano la prova croata. Ciascuno deciso a sfidare sé stesso. Dopotutto la competizione resta sempre una gara individuale. Al traguardo però arriva anche l’incredibile sorpresa:  Mas Triathlon è campione europeo a squadre Ironman 70.3!

Un sogno diventato realtà e che porta con sé i sacrifici di un’intera stagione compiuti da ogni singolo elemento del gruppo: Claudia Maragno (unica donna del Mas), Luca Andretta, Davide Baggio, Fabian Bertoncello, Riccardo Bertoncello, Alessandro Bianco, Enrico Busatto, Cristiano Citton, Riccardo Farina, Nicola Lancerin, Federico Morbiato, Alessio Mottin, Mario Piva, Antonio Rizzi, Luca Scapin, Denis Tombolato, Riccardo Torre, Antony Tzavelas (from Canada) e Paolo Zancanaro.