​Rally a Bassano in bilico. L’attività delle scuderie però non si ferma!

0

Il mondo del rally bassanese è in fermento per quanto accaduto poche ore fa ai vertici del Bassano Rally Racing. L’attività sportiva dei motori nel comprensorio però non si ferma e prosegue per le numerose realtà del bassanese.. Positiva infatti la trasferta a Biella per il Team Bassano che alla sesta edizione del Rally Lana Storico era presente con un gran numero di equipaggi, bene ventitré nel rally e uno nella regolarità sport. I risultati sono stati soddisfacenti a partire dalle belle affermazioni di classe per Nicola e Davide Benetton primi nella 2-1150 con la Fiat 127 Sport con la quale hanno siglato una notevole ventinovesima posizione nell’assoluta. Bella sfida anche nella 2-1600 con la vittoria sul filo di lana per Fausto Fantei e Sandro Sanesi primi con l’Alfa Romeo Alfasud TI con la quale precedono anche la Volkswagen Golf Gti dei compagni di scuderia Massimo Giudicelli e Nicolas Caberlon, penalizzati da una toccata e alla fine terzi per soli 11”. Successo nella A-2000 del 4° Raggruppamento per Damiano Zandonà e Simone Stoppa con la Renault 5 Gt Turbo mentre solo 15” separano l’Opel Ascona SR di Stefano Marchetto e Paolo Herbet dal primo posto in 2-2000 del 2° Raggruppamento, dopo oltre un’ora e mezza di prove speciali. Seconda posizione di classe anche per Giulio Pedretti e Flavio Aivano con la Fiat 131 Abarth Gruppo 4, mentre per Nicola Patuzzo ed Alberto Martini su Toyota Celica Gruppo A la gara si conclude con la quarta posizione di classe. Manca all’appello l’Opel Ascona SR di Pierluigi Zanetti e Camilla Sgorbati, ferma per una toccata sulla quarta speciale. In gara c’erano anche i quindici il lizza per il Trofeo A112 Yokohama che ha registrato la vittoria di Cochis e Manganone con Meggiarin e Gallotti seconde e Armellini e Mengon terzi. Quarti Massimo Gallione e Luigi Cavagnetto, in quinta piazza il rientrante Filippo Fiora con Matteo e poi Enrico Canetti e Angelo Pastorino, settimi, seguiti in classifica da Thierry Cheney e Andrea Piano anch’essi al debutto nella serie come i noni classificati, Cristian Benedetto e Aldo Gentile. Giuseppe Cazziolato ed Emanuela Zago chiudono la top ten e alle loro spalle si classificano nell’ordine Antonello Pinzoni e Roberto Spagnoli, undicesimi, Giacomo Domenighini e Diego D’Herin dodicesimi e il terzo esordiente, Ugo Canetti papà di Enrico, tredicesimo in coppia con Jenny Maddalozzo. Ritirati: Saro Pennisi ed Angelo Bresgliasco, Giancarlo Nardi e Paola Costa, Lorenzo Battistel e Denis Rech. La classifica delle scuderie vede al quarto posto il Team Bassano che recupera tre punti sulla Squadra Corse Isola Vicentina, al comando con cinque di vantaggio. Nella gara di regolarità sport, defezione per Angelo Porcellato e Paola Travaglia, non partiti con la Lancia Beta Coupè.

Nell’imminente fine settimana si correrà la cronoscalata Trento Bondone alla quale sono iscritti: James Bardini su Fiat 128 Rally, Marco Stella su Alfa Romeo Giulia Sprint GT, Manuel Oriella su Autobianchi A112 Abarth, Gianfranco Marconcini su Opel Kadett Gt/e, Enzo Armellini su Alfa Romeo Alfasud TI, Roberto Piatto su Fiat Ritmo 75, e l’immancabile duo delle Porsche 911 RSR formato da Agostino Iccolti e Giampaolo Basso.

Week-end di impegni anche in pista: all’Autodromo di Monza si correrà la terza gara del Campionato Italiano Velocità Autostoriche e per il Team Bassano i colori saranno difesi da Mario Massaglia con la Porsche 935 Turbo Gruppo 5 e da Giorgio Zorzi con la Porsche 911 3.0.

Si ringrazia Andrea Zanovello per info e foto!