Stefano Farronato alla conquista dell’Alaska, tra orsi, solitudine e ghiaccio!

0

Alaska Eleven Highway, 666 km nel cuore dell’Alaska da percorrere in sella ad una bici in solitaria per 25 giorni, in andata e ritorno per un totale di 1332 kilometri. È la nuova sfida che vede coinvolto Stefano Farronato per circa un mese a partire da domenica 19 giugno. Un itinerario studiato nei minimi dettagli: arrivo ad Ancorage con sosta di 2 giorni, seguita da 12 ore sull’Alaska Railroad Denali Star Train che passa per il Parco del Denali, dove è stato girato Into the wild, con destinazione Fairbanks da dove partirà la vera avventura, fino alla meta di Deadhorse.

Bicicletta tedesca, due zaini – uno per il cibo e l’altro per le attrezzature – e tanta determinazione per affrontare una strada molto isolata, dove non esistono cabine telefoniche né connessioni ad internet per km, e solo tre villaggi lungo tutto il percorso: Coldfoot, Wiseman e Deadhorse.

Stefano si troverà a viaggiare con rigide temperature – 5/10 gradi in media – luce h24. Il tratto più pericoloso: gli ultimi 300 km praticamente isolato e possibile preda di orsi grizzly, alci e altri animali selvatici. Un’attraversata possibile mantenendo gli 80 km al giorno.

Nata come via di comunicazione per il rifornimento di petrolio dopo la scoperta di un giacimento a Prudhoe Bay (costa settentrionale dell’Alaska) nel 1969 e aperta al traffico privato nel 1981, la James W. Dalton Highway o Alaska Route 11, inizia dalla Elliott Highway, presso Livengood, a circa 85 km a nord-ovest di Fairbanks, e finisce a Deadhorse nei pressi dell’Oceano Artico.