La Leggenda di Bassano premia Horst e Perbellini

0

Sono Keil Horst e Gino Perbellini del club ASC su una Jaguar Biondetti Special del 1950 i vincitori de “La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto”, manifestazione di regolarità organizzata dal Circolo Veneto Automoto d’Epoca “Giannino Marzotto” in collaborazione con Historic Racing Bassano, andata in scena lo scorso fine settimana da Bassano del Grappa (VI) a Merano (BZ) e ritorno sulle più belle strade delle Dolomiti e riservata alle più affascinanti auto da corsa di tutti i tempi, tutte esclusivamente Sport-Barchetta costruite fino al 1960.Al secondo posto si sono classificati Gli Svizzeri a bordo di una Amilcar CG SS del 1927, mentre la terza piazza è andata a Manoel Jolly e A. Jolly con una Amilcar CG SS Compressore del 1926.

La Leggenda di Bassano ha visto alla partenza 86 magnifiche vetture provenienti da tutto il mondo. Dopo le verifiche tecnico-sportive del 16 giugno, la manifestazione è scattata il 17 giugno da Cà Cornaro a Romano d’Ezzelino (alle porte di Bassano del Grappa). La prima tappa, che ha visto il passaggio a San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Cavalese, Egna/Ora e Appiano sulla Strada del Vino, si è conclusa nella magnifica Merano, dove le vetture si sono fatte ammirare lungo via Portici, Corso della Libertà e Passeggiata Lungo Passirio.
La seconda giornata ha visto il transito per Passo Giovo e Vipiteno, Passo Pennes e Sarentino, Chiusa, Bressanone e Plose, Passo delle Erbe, Corvara e Passo Pordoi, Canale d’Agordo e infine San Martino di Castrozza.
Il gran finale ieri, sulle strade di Bassano del Grappa e località limitrofe: partenza da San Martino di Castrozza per dirigersi verso Fonzaso e poi verso Bassano. Per celebrare i 25 anni di vita del Museo dell’Automobile “Bonfanti – Vimar”, le auto hanno sostato per un controllo a timbro di fronte all’entrata dell’importante sito museale. Alle 11 l’arrivo della prima vettura nel salotto di Bassano del Grappa, Piazza Libertà, e poi la partenza alla volta del Castello Superiore di Marostica  per il pranzo e la cerimonia di premiazione.