L’ ABC (semiserio) del “Torneo dei 12 Banconi” visto da noi ;-)

0

Reduci da un terzo tempo che nemmeno i supplementari di un mondiale reggerebbero il paragone, ci addentriamo nel buongiorno di oggi con l’alfabeto SEMISERIO del “Torneo dei 12 Banconi” edizione 2016. Perchè quella di ieri è stata, per tutti, una giornata da ricordare.

A come Amicizia, tanta tanta in Parco Ragazzi del’99 dal mattino alla sera inoltrata.

B come Bancone e Birra, tavolato di legno ma anche protagonista assoluto del torneo. E’sinonimo di rugby a Bassano e non solo. Sopra il bancone si può bere una birra in compagnia, impostare la formazione per scendere in campo, ballare fino a notte e molto (ma molto) altro ancora.

C come Chantal, che non perde un colpo da anni. Quelli della Trattoria Chantal sono l’emblema forse più bello della giornata di ieri. Persa la possibilità di andare a vincere il Torneo, si sono rifatti con la PDF Cup. Ma, ed è anche meglio, sono lavoratori instancabili che non si perdono però l’occasione di fare un giro in prato. Insomma, lavorare si, ma anche divertirsi.

D come “Dame na bira”, ma anche “Dame el baeon”, ma anche come “Damea, a posibiità de farte vedar che anca mi son bon zugar”. Insomma. Per dirla in termini seri D è la fiducia nel Dare all’altro, pur conoscendolo poco o nulla, aprendosi all’ignoto. Il Damea/dameo in termini meno seri è superfluo spiegarvelo!

E come Evelina! Miglior giocatrice del torneo, anima e corpo della Chantal vincente in PDF Cup. Chapeau!

F come … 😉

G come Gioco. E’stata una giornata in cui si è giocato! E si è riso, ci si è divertiti, si è sofferto e si è gioito. Gioco, perchè lo sport prima di tutto è questo.

H come Hot dog. “Cane caldo” tradotto letteralmente. L’hot dog è quello servito ieri in prato per saziare squadre e tifosi. Ma anche panin onto, patatine e quant’altro! Ze che Hpanin Honto e Hpatatine no ghe stava. E quindi abbiamo optato per Hot dog, ad indicare un altro punto vincente della giornata di ieri! Quella cioè del HCibo!

I come Incontro. Tra generazioni, famiglie, sportivi, appassionati, modi di vivere, modi di pensare, amici, animali, amici animali. Non stare rintanati al chiuso, in casa, è a volte una delle scelte più coraggiose che si possano fare. Ma è anche la più bella!

L come Libertà di essere! Ieri in Prato Santa Caterina si è respirato questo. Apparire no, Essere si! Non dimenticatelo nei restanti 365 giorni che passeranno da qui alla prossima edizione del Torneo dei 12 Banconi!

M come Meta! L’obiettivo, il traguardo, lo scopo della giornata (…). Va in Meta!

N come Noi di Bassanosport. Che ieri eravamo in prato Santa Caterina in versione più o meno ufficiale. C’eravamo praticamente tutti, divisi tra squadre e banconi. Il Torneo dei 12 Banconi lo conoscevamo senza mai averlo potuto raccontare. Intervistarvi prima, vedervi durante, giocare assieme a voi e comunque non perdere di vista la possibilità di raccontare questo evento è stato formidabile. Grazie al Bassano Rugby e a tutto il Torneo dei 12 Banconi! Grazie a tutti voi.

O come Organizzazione. Perchè se le cose ieri sono andate bene, è merito anche e soprattutto di chi da mesi si sbatte per organizzare il Torneo dei 12 Banconi. Ma è merito anche di ciò che abbiamo sentito a fine giornata. Jojo che al microfono dice: “Dai ragazzi, in tutti si fa tutto, ogni bancone pulisca il proprio gazebo e diamoci una mano”. E in molti hanno risposto positivamente all’appello, ridando Parco Ragazzi del ’99 pulito (e non Puito Chemello che invece è tornato dalla moglie, giustamente) alla città di Bassano.

P come Pioggia. Che ci ha bagnati, ma non sconfitti. Ha rinfrescato l’intera grande famiglia del Torneo dei 12 Banconi; una famiglia che non si è arresa ma che anzichè aspettare che cessi la pioggia, si è messa a danzare prendendola tutta. (E dopo sta perla de saggezza podaria anca tornar in leto). Scherzi a parte, il rugby è così! Prendi la palla, cadi e ti rialzi. Piove, la prendi e vai avanti. E alla fine anche la pioggia ha smesso. Grazie al simpatico Pluvio.

Q come Qualità! Tanta, tanta. In tutti i sensi.

R come Rugby. Si è giocato a rugby (touch) con sedici banconi e nove compagini della PDF Cup. Molti lo conoscevano già, altri l’hanno scoperto ieri e se ne sono innamorati. Colore, grinta, determinazione e alla fine un lungo corridoio all’interno del quale far sfilare, tra gli applausi e le pacche sulle spalle (si, va ben dai, sulle spalle…#credegheaiufo) gli avversari, battuti sul campo ma non sconfitti. Perchè ieri ha vinto lo sport, come sempre da nove edizioni a questa parte! E come da quarant’anni lo porta in alto il Rugby Bassano, vera anima di questa competizione!

S come Sky Room a fine giornata. Dopo ore di torneo pensavamo sareste stati in pochi allo Sky Room…anche se comunque speravamo in un ultimo sussulto d’orgoglio. Macchè ultimo sussulto, un terzo tempo da paura quello di ieri sera, aperto con le premiazioni e chiuso con chi, alla fine, il premio se l’è portato a casa. Bravi!

T come Tipic Ficusbar! Una finale tiratissima, una meta vincente ed esaltante come solo in una finale può accadere, e una squadra di qualità (tanta qualità) che esulta e vince. Complimenti al Tipic, protagonista in campo, fuori dal campo, allo Sky Room nel terzo tempo e crediamo anche stamattina a far colazione!

U come Un altro anno ci aspetta dalla prossima edizione del Torneo dei 12 Banconi. Nel frattempo sarà ancora più bello ritrovarci in zona, tra un bar e l’altro, avendo condiviso la giornata di ieri! Be happy, be smile!

W come Wow, o come UAU che però in italiano/inglese scritto giusto è Wow. Quante volte l’abbiamo detto ieri? Di fronte al colpo d’occhio arrivando in Prato, di fronte alla prima meta della nostra squadra (per chi è riuscito a farne almeno una), di fronte ai panini, alle bibite, alle bellezze della PDF ma anche (e per par condicio) ai fustacchioni del Torneo dei 12 Banconi! Wow!

X come Xilofono

Y come Yari (ghe sarà stato qualche Yari Yeri, o no?)

Z come Z, che è l’ultima lettera dell’alfabeto e segna la sua fine. Il Torneo dei 12 Banconi è finito. Ma torna l’anno prossimo!

P.S. Se non l’avete ancora fatto (ma dubito…) andate sulla pagina Facebook di Bassanosport, mettete MI PIACE e continuate a seguirci 😉