Crowes Olimpic Baseball Romano, gli specialisti del diamante sono tra noi!

0

Se pensate che il baseball, nel bassanese, sia solo un’idea astratta e da vivere solo attraverso le serie televisive americane vi sbagliate di grosso. Basta fare qualche chilometro e a Romano d’Ezzelino il baseball è realtà grazie ai Crowes, gli amici dell’Olimpic Baseball Romano che hanno importato dagli States questo sport facendo crescere anno dopo anno giocatori e compagini di livello. Crowes sta per Corvi, mascotte scelta per provare ad incutere ulteriore timore nei confronti degli avversari! Ogni giorno li trovate in campo, o per dirla in maniera corretta usando i termini giusti, li trovate sul diamante (così nel baseball viene chiamato il campo sul quale si gioca e ci si allena).

Tra questi c’è Manuel Santana, dominicano cresciuto non solo sportivamente tra Bassano e Romano d’Ezzelino e approdato ora nella massima serie nazionale con la maglia del Parma Baseball che ieri sera, nella sfida contro Novara, ha vinto 2-0. Classe 1995, nato peraltro il 6 giugno e quindi da poco 21enne, Manuel rimane ovviamente legato alla sua squadra d’origine nella quale adesso stanno crescendo i giovani con l’obiettivo di migliorare sempre di più, da qui ai prossimi anni.

L’Olimpic Baseball Romano nel frattempo ne ha fatta di strada per far conoscere questo sport nel comprensorio. Una compagine basata sul grande impegno di molte persone; dal responsabile tecnico Aldo Tornatore, figura storica dei Crowes e manager anche del Palladio Vicenza serie B a Matteo Grigoletto che con lui segue anche la squadra cadetti (15-16 anni) oltre ad essere giocatore in serie B con Vicenza. Al loro fianco Luisa Bertazzolo, mamma e appassionata; a seguire la formazione dei piccoli (10-12 anni) ci sono invece il Presidente dell’Olimpic Renato Scagliarini, Massimo Destro, Elisa Zonta che ora è negli states a vivere da vicino il mondo del baseball, Oscar Berton e Giovanni Bordignon, questi ultimi trascinati dai figli giocatori e ora entusiasti del nuovo ruolo. Per chi volesse cominciare basta prendere contatti con la squadra attraverso la mail info@baseballromano.it

I Boston Red Sox, gli Atlanta Braves o tutte le altre franchigie della MLB rimangono ovviamente il punto di riferimento per uno sport, comunque, che in Italia regala emozioni. Come quelle andate in scena nel derby giocato al campo di Fellette tra i Crowes Olimpic Baseball Romano e il Palladio Vicenza; il risultato ha sorriso ai “cugini” berici ma la soddisfazione, e la voglia di andare avanti, non è mancata:

Quello che va sottolineato, al di là del risultato – commenta Massimo Destro, uno dei componenti dello staff – è vedere come partita dopo partita questo gruppetto di giovanissimi (praticamente tutti alla prima esperienza con il baseball giocato) stia facendo grandi passi in avanti.
Ci sono meccanismi che vanno oliati, regole che vanno imparate, paure che vanno superate e soprattutto sicurezza che va trovata. Ma ci stanno provando. Giorno dopo giorno. Ne è testimonianza la presenza sempre numerosa ad allenamenti e partite. Non è semplice restare fedeli ad un impegno preso quando non hai la soddisfazione della vittoria. E farlo con entusiasmo e sorriso è ancora più raro.

I ragazzi stanno diventando una squadra e di questo siamo fieri. Ci sono ancora molti gradini da salire ma se penso a come sono scesi in campo la prima volta non ci sono paragoni. Hanno fatto passi da gigante e a loro dico di continuare a provarci, senza mai mollare, magari coinvolgendo anche altri giovani che vogliono avvicinarsi a questo sport. Arrivare in cima alla scala tutti assieme, con entusiasmo e sorriso, sarà ancora più bello”.

E allora forza ragazzi! Home run, home run, home run 😉