Team Bassano brilla al “Valsugana”

0

Romano d’Ezzelino (VI), 4 maggio 2016 – Più che positivo l’esito della massiccia partecipazione al Valsugana Historic, rally e regolarità sport, dove il Team Bassano schierava ben quarantacinque equipaggi al via. Le prime soddisfazioni arrivano dal podio dove nel secondo e terzo gradino salgono due equipaggi della scuderia quattro volte Campione d’Italia: Paolo Baggio e Giancarlo Rossini portano la Lancia Rally 037 al secondo posto assoluto e alla vittoria di 4° Raggruppamento precedendo Tiziano e Francesca Nerobutto velocissimi con la Volkswagen Golf Gti e primi nel Trofeo Golf Gti oltre che di classe 2-1600. Notevole prestazione per Luca Cattilino e Mauro Grassi che piazzano in quinta posizione l’Opel Kadett Gt/e aggiudicandosi la classe 2-2000.

Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro su Porsche 911 RSR, nonostante un brivido nell’ultima prova, fanno loro il 2° Raggruppamento e la classe grazie alla sesta prestazione assoluta. Missione compiuta per Pierluigi Zanetti ed Alessio Angeli all’esordio con la nuova Opel Ascona SR2.0, settimi nella globale e top ten chiusa dalla Porsche 911 SC di un positivo Luigi Alberti in coppia con Giulio Oberti. Soddisfatti anche Gianluigi Baghin e Giovanni Brunaporto, buoni terzi di classe 2-2000 con l’Alfa Romeo Alfetta GTV aggiornata in 3° Raggruppamento. Stavano facendo una gran gara Alessandro Nerobutto e Pietro Ometto con l’Opel Kadett Gt/e, ma una foratura li ha fortemente penalizzati; grazie alla rimonta concludono con la quindicesima prestazione assoluta. Inizio stagione positivo anche per Silvio Andrighetti e Federico Migliorini, secondi di classe con la Lancia Stratos. Gara un po’ opaca per Nereo Bonollo ed Alberto Ferracin con la Fiat 131 Racing, alla fine quinti di classe. Roberto Piatto conclude bene la settimana iniziata con la salita del Costo portando l’altra Fiat Ritmo, la “60”, in seconda posizione di classe navigato da Michele Bizzotto.

Settima posizione di classe per la Fiat 131 Racing di Egidio Lucian e Luca Fichera, mentre per la Rtimo 130 Tc di Nicola Randon e Martina Sponda la gara si conclude con la quarta posizione di classe. Missione compiuta anche per Guido Vettore ed Elena Rossi, per la prima volta al suo fianco, che si aggiudicano la classifica di 1° Raggruppamento con la BMW 2002 Ti.

Diversi i ritiri in un rally che si è confermato duro e selettivo: Giampaolo Basso e Francesco Zannoni vengono traditi dalla rottura della cinghia della ventola della Porsche 911 RSR e sull’analoga vettura di Agostino Iccolti e Justin Bardini è il motore a metterne fine alla gara. Un semiasse appieda la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Sergio Marchi mentre sulla Fiat 131 Abarth di Giulio Pedretti e Davide Rossi si rompe la cinghia della pompa. Mancano all’appello anche l’Alfa Romeo Alfetta GTV di Matteo Cegalin e Gilberto Scalco, la Volkswagen Golf Gti di Stefano Segnana e Mirco Santacaterina, la Peugeot 205 Rallye di Franco Simoni e Mauro Alioni.

Erano in gara anche diciassette equipaggi in lizza nel Trofeo A112 Abarth dove si è registrata la bella vittoria di Matteo Armellini e Luca Mengon e il tutto è stato suggellato dal successo nella classifica dedicata alle Scuderie.
Ottime notizie dalla gara di regolarità che ha visto la bella vittoria ottenuta sul filo di lana per Andrea Giacoppo e Daniela Grillone Tecioiu su Autobianchi A112 Abarth e la quarta piazza assoluta per la Porsche 911 SC di Pietro Iula e William Cocconcelli. Enrico Gaspari porta al debutto Martina Benetti e si piazza ventunesimo con la Fiat 128, mentre per Roberto Chiaro e Moreno Carraro su Alfa Romeo Alfetta GTV c’è la ventisettesima posizione e quattro gradini più in basso concludono Elia Scotti e Daniela Borella con la Lancia Fulvia Coupè 3. La classifica scuderie vede al secondo posto il Team Bassano.

Contemporaneamente al Valsugana, in Piemonte si è corso il Memorial Conrero nel qual erano cinque gli equipaggi del Team Bassano iscritti. Stefano Marchetto e Paolo Herbet si aggiudicano la classe con l’Opel Ascona SR 1.9 grazie alla quindicesima prestazione assoluta e subito dietro, terzi della loro classe, si piazzano Flavio Aivano e Matteo Quaglia sull’Opel Kadett Gt/e. Gara conclusa sul secondo gradino di classe per Massimo Giudicelli e Nicolas Caberlon con la Volkswagen Golf Gti. Ritirate per problemi tecnici la Porsche 911 RSR di Roberto Giovannelli ed Isabella Rovere e l’Autobianchi A112 Abarth di Cristian Benedetto e Aldo Gentile.