La maglia rosa passa da Brambilla a Jungels. Domani il Giro arriva ad Asolo

0

Gianluca Brambilla saluta la maglia rosa sul traguardo di Campi Bisenzio; una tappa nella quale comunque il ciclista di Tezze sul Brenta ha lottato a testa alta, fino alla fine, lavorando sodo e permettendo al proprio capitano Bob Jungels, leader della Etixx Quick Step con cui fino a ieri sera faceva scherzosamente a cuscinate, di diventare il leader della corsa.

“L’ho presa io la decisione in prima persona di tirare sul finale – ha commentato Gianluca Brambilla poco dopo il traguardo – l’ho fatto perchè ho perso in precedenza avevo perso il colpo nella penultima salita dove quelli dell’Astana mi hanno messo in difficoltà. E’strano vedere la maglia rosa che tira il gruppo ma con questo lavoro ho voluto gratificare tutto quello che hanno fatto oggi i miei compagni di squadra e aiutare il mio capitano. Mi dispiace solo non portarla io domani in Veneto perchè tanti tifosi saranno lì per me, comunque li aspetto lo stesso. Jungels sta dimostrando di essere lì ogni giorno e al podio può puntare”.

Una decima tappa, la seconda con Gianluca Brambilla il maglia rosa al via, che si è snodata lungo le strade che da Campi Bisenzio hanno portato a Sestola, per un totale di 219 chilometri durante i quali non sono mancate le sorprese e al termine della quale cambia il leader, con Brambilla che comunque si mantiene nella top five generale

In primis, in una giornata da subito impegnativa, il colpo di scena è arrivato dal ritiro di di Mikel Landa con il basco che ha salutato il Giro. Il corridore del Team Sky aveva perso più di sette minuti al primo GPM di giornata (Passo della Collina) e a causa di questo ritardo e della febbre che lo tormentava da due giorni, ha deciso di abbandonare la corsa rosa. Una gara nella quale sono stati soprattutto i quattro gran premi della montagna a fare selezioni con la maglia rosa “original from Tezze sul Brenta” a lottare assieme ai suoi compagni di squadra per non perdere l’importantissima prima posizione, quella del leader.

Gianluca Brambilla ha mostrato ancora una volta le sue qualità, rientrando nel gruppo principale degli inseguitori ad una decina di chilometri dal traguardo. Decisiva la sua azione in discesa, con la quale è riuscito a recuperare terreno sui fuggitivi che davanti cercavano di dettar legge. Ed è stato proprio lui, abituato alla fatica e alle grandi sfide, a lavorare sul finale in favore del capitano di squadra Bob Jungels, colui che in classifica gli è subito alle spalle con appena un secondo di ritardo. Brambilla quindi, con spirito di collaborazione e grande senso di responsabilità nei confronti del proprio “boss” ha tirato sul finale per far rientrare Jungels il più possibile vicino ai fuggitivi, cedendo il passo ad un chilometro dalla fine e cullando nella propria mente tutta la gioia e l’entusiasmo che solo il vestire la maglia rosa può dare.

In classifica generale il nuovo leader è proprio Jungels, capitano della Etixx Quick Step che deve ringraziare 100 volte proprio il ciclista di Tezze sul Brenta. A vincere la tappa odierna, in salita, è Giulio Ciccone da Chieti. A vestire la maglia rosa è invece da oggi il capitano della Etixx Bob Jungels. Domani si arriva ad Asolo! Spettacolo puro, passione rosa!