Bruel Volley Bassano, è salvezza anticipata! Il sogno diventa realtà

0

Serata indimenticabile per il Bruel Volley Bassano che con una giornata di anticipo ottiene una straordinaria salvezza sul campo in serie B1: la sconfitta in casa dell’Ata Trento arriva quando da Bergamo è già arrivata la notizia della sconfitta della Foppapedretti. I 4 punti di vantaggio a una giornata dal termine rendono ininfluente la partita di sabato prossimo: al Lungobrenta il match con San Donà sarà una festa per un sogno diventato realtà

Studio 55 Ata Trento – Brunopremi.com Bassano 3-1 (25-19, 25-22, 14-25, 26-24)

Studio 55 Ata Trento: Ianeselli, Bottora, Morolli, Paoloni, Bazzanella, Festi, Zeni, Deanesi, Filippin, Maggipinto (L), Nardelli (L). All. Mongera
Brunopremi.com Bassano: Mason, Fucka R., Canton, Fucka T., Pais Marden, Stocco, Zanon, Tartaglia, Cusmano, Kosareva (K), Scanavacca (L). All. Martinez
Arbitri: Massimiliano Mutzu Martis e Davide Locci

Il Brunopremi.com Bassano è salvo con una giornata di anticipo: determinante al penultimo turno di campionato è stata non tanto la partita che le leonesse hanno perso stasera a Trento con lo Studio 55, quanto la scontitta della Foppapedretti a Bergamo nel derby con la Pallavolo Don Colleoni, che come da pronostico ha fatto valere la forza della terza della classe ed ha schiantato le più giovani cugine, un risultato che ha regalato alla squadra di Mario Martinez la matematica salvezza con una giornata di anticipo. I 4 punti di vantaggio sulle bergamasche a una giornata dal termine rendono il Brunopremi.com irraggiungibile in classifica e così le leonesse possono festeggiare alla penultima di campionato una salvezza pazzesca, arrivata compiendo un’impresa memorabile e cioè trasformando in realtà quello che fino ai primi di dicembre sembrava solo un pallido miraggio. Quasi un sogno irrealizzabile.

Ma talvolta, si sa, i sogni diventano realtà. Basta lavorare sodo e crederci, sempre e comunque, come hanno fatto le leonesse di Martinez che nel 2016 sono state protagoniste di una rimonta straordinaria: basti pensare infatti che lo scorso 10 gennaio, in occasione della sconfitta casalinga con il Le Ali Padova, il Brunopremi.com era quartultimo con 4 punti, a 6 lunghezze dalla quartultima. Ma al di là della classifica erano soprattutto i numeri a condannare una squadra che sin lì aveva vinto una sola partita (in novembre con il fanalino di coda Modena) e che poi era riuscito un mese e mezzo dopo a strappare un punto al Cerea al PalaLungobrenta. Invece la squadra non ha mollato, si è compattata intorno al nuovo tecnico, Mario Martinez, che sul gioco e sul gruppo ha lasciato la sua impronta indelebile risultando, numeri alla mano, semplicemente decisivo per la salvezza della squadra bassanese. Del resto più di mille parole ancora una volta a parlare sono appunto i numeri perchè nel 2016 sono arrivate 7 vittorie e 18 punti che hanno catapultato una squadra già virtualmente retrocessa verso una salvezza da urlo.

Sarebbe forte la tentazione di togliersi in questo momento qualche sassolino dalla scarpa per le le tante critiche subite dopo il terremoto che ha scosso squadra e società in dicembre. E invece stasera c’è spazio solo per commentare un’impresa che ha un sapore unico, non certo la prima nella storia del Bruel Volley Bassano, ma senza dubbio una delle più emozionanti proprio perchè una delle più difficili da conquistare sul campo. Stasera dunque c’è spazio solo per celebrare e festeggiare le nostre giovani leonesse che questa salvezza se la sono guadagnata sul campo, in silenzio, lavorando sodo, credendoci sempre, senza mollare mai. In perfetto stile, che piaccia o no, Bruel Volley Bassano.