A Nove il basket si gioca con 6 cesti!

0

NEL PAESE DELLA CERAMICA ARRIVA IL CAMPIONATI REGIONALE DI BASKIN

Guai a chiamarlo sport per disabili! Il Baskin, disciplina ideata a Cremona una decina di anni fa, è uno sport pensato davvero per tutti: normodotati, disabili, uomini e donne, adulti e ragazzi giocano assieme senza limite alcuno se non quello dell’età che per iniziare dev’essere di almeno 14 anni.  Oggi, il baskin, dopo alcune esperienze scolastiche approda anche nel bassanese con la neonata Baskin 6 cesti di Nove, che raccoglie giocatori in arrivo dall’intero comprensorio.

Nato per continuare anche lontano dai banchi le esperienze di gioco iniziate in classe, il Baskin 6 cesti di Nove, che ha nel professore Daniele Bordignon il suo deus ex machina, ha già iniziato la sua avventura agonistica e questa domenica ospiterà, nella palestra comunale di via Brenta, la quinta tappa del Campionato Regionale Veneto di Baskin, con un’ambizione: vincere per portare a casa la qualificazione alla fase nazionale della Coppa Italia, in programma a Borgo Manero, in Piemonte.

“Il Baskin – spiega Daniele Bordignon – fonda il suo significato nell’inclusività: ogni giocatore viene valutato per quello che riesce a portare alla squadra e così non solo i disabili, ma anche i normodotati spesso lasciati ai margini dell’esperienza agonistica, qui possono trovare il loro spazio e le loro soddisfazioni. E poi, credetemi, con 6 canestri in campo è tutt’altro che uno sport facile, anche per chi, a basket sa giocare!”.